Calcola il tuo ascendente

Vedi tutti

Britney continua a lottare contro la sua famiglia

La cantante risponde all'intervista rilasciata dalla sorella in TV

Britney continua a lottare contro la sua famiglia La cantante risponde all'intervista rilasciata dalla sorella in TV

Non c’è pace per Britney Spears. Nonostante lo scorso agosto il padre abbia dichiarato di voler rinunciare al ruolo di suo tutore legale e amministratore del patrimonio della figlia, ponendo così fine ad una conservatorship durata per oltre 13 anni, la faida tra cantante e la sua famiglia continua. L’ultimo membro del clan Spears a suscitare l’ira della star è la sorella Jamie Lynn. Il motivo è lunga intervista che la trentenne, attualmente nel cast delle serie Netflix Sweet Magnolia, ha rilasciato all’inizio della settimana a Good Morning America in occasione dell’uscita di Things I Should Have Said, un memoir nel quale parla anche della sorella maggiore, descrivendo il suo comportamento degli scorsi anni "incostante, paranoico e instabile".

Incalzata dalle domande di Juju Chang sul fatto se fosse o meno d’accordo con la tutela legale imposta a Britney, Jamie Lynn ha risposto così, dopo aver sottolineato che all’epoca era una diciasettenne incinta e non si rendeva conto della gravità della situazione:

"Non si trattava di essere d’accordo con la tutela, tutti hanno una voce e dovrebbe essere ascoltata. […] Sono sempre stata la più grande sostenitrice di mia sorella, quindi quando ha avuto bisogno di aiuto ho trovato il modo per aiutarla. Ho fatto di tutto per assicurarmi che avesse i contatti di cui aveva bisogno per concludere la conservatorship e porre fine a tutto questo per la nostra famiglia. Se sta causando così tanta discordia perché portarla avanti?"

Parole che sembrano suggerire un suo ruolo nel cambio del team legale della sorella maggiore, ma che, allo stesso tempo, suonano discordanti da quanto affermato da Britney, che ha sempre sostenuto che nessun membro della famiglia l’abbia mai sostenuta o aiutata in alcun modo ad uscire da quella situazione, nemmeno quando il padre, nel 2019, l’aveva fatta ricoverare in una struttura di cura per problemi mentali, ma anzi l’abbia sfruttata per trarne vantaggi economici. Tra le lacrime, Jamie Lynn ha ribadito di aver sempre cercato di proteggere la star di Toxic, di averle voluto bene e di non capire il motivo della rottura del loro rapporto:

Quell’amore è ancora lì, al 100%. Ehm, io amo mia sorella. L’ho sempre amata e supportata e ho fatto solo ciò che è giusto per lei, e lei lo sa. Quindi non so perché siamo in questa posizione in questo momento.

La reazione di Britney all’intervista, che già il 2 gennaio aveva eliminato Jamie Lynn dai suoi contatti IG, è arrivata con un lungo testo condiviso su Twitter. Nello scritto, la cantante dice di aver visto Good Morning America con la febbre alta e di essere rimasta disgustata dalla sorella, accusandola di essere come il resto dei suoi famigliari che amano farle del male e che "hanno rovinato al mille per cento i miei sogni e ora cercano di farmi sembrare pazza". Poi, spiega le parti dell’intervista che più l’hanno indignata:

"Ho visto mia sorella in tv rilasciare un’intervista per promuovere il suo libro. […] Fortunatamente avevo la febbre alta e perciò non me ne è fregato un ca**o. […] Di ieri sera sono state due le cose che più mi hanno infastidito. La prima è che mia sorella ha detto che il mio comportamento era fuori controllo, quando non mi è mai stata vicino in 15 anni. Perché ne parla ora? Perché vuole vendere il suo libro a mie spese? Davvero?"

Non solo la star rimprovera la sorella per non averla sostenuto nella sua battaglia per liberarsi dalla tutela del padre, ma sottolinea quanto sia arrivista nel parlare ora che la situazione sembra risolta e che deve pubblicizzare il suo memoir. Poi spiega la seconda cosa che l’ha ferita, cioè la performance tributo di Jamie ai Radio Disney Music Awards del 2017:

Ho chiesto a mia sorella perché si è esibita con i remix delle mie canzoni sapendo che erano anni che cercavo di far cambiare il mio show. Le sue parole sono state Non è stata una mia idea. Spero che il tuo libro venda bene Jamie Lynn. So che sembra stupido che io mi arrabbi per i remix delle mie canzoni, ma ho scritto la maggior parte di esse ed ho lavorato sodo. Lei non ha mai dovuto lavorare per nulla. Le è sempre stato dato tutto su un piatto d’argento.

Jamie Lynn Spears ha replicato con un post su Instagram:

"L’ultima cosa che vorrei fare è scrivere queste parole, ma eccoci qua… È difficile leggere quei post, so che è così per tutti. Le auguro il meglio. Brit, sono sempre qui per te e sai che lontana dai riflettori ci sono sempre stata. È sfibrante quando le cose che scrivi sui social non corrispondono con quel che mi scrivi in privato. So quel che stai passando e non voglio sminuirlo, ma non voglio neanche sminuire me stessa."

Finirà mai la lite fra le due? Noi speriamo che Britney trovi pace e torni a fare musica.