ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

Il matrimonio bucolico di Chanel Haute Couture SS21

Tra pizzi, ruches, fiori e romantici abiti dal mood vintage

Il matrimonio bucolico di Chanel Haute Couture SS21 Tra pizzi, ruches, fiori e romantici abiti dal mood vintage

Il Grand Palais, trasformato nel set di un matrimonio di campagna nel sud della Francia degli anni ’20, un giardino pieno di gazebo e archi ricoperti di fiori profumati, è la location scelta da Chanel per presentare la collezione Haute Couture SS21. Anche se ad assistere live c’è solo un piccolo gruppo di amiche ed ambassador della Maison, da Lily-Rose Depp con la madre Vanessa Paradis a Kristen Stewart, in passerella va in scena uno show, diretto da Anton Corbijn, che celebra una gioiosa ed elegante festa in famiglia. 

Sapevo che non avremmo potuto organizzare un grande spettacolo, che avremmo dovuto inventare qualcos'altro, così mi è venuta l'idea di un piccolo corteo che scendesse dalle scale del Grand Palais passando sotto archi di fiori. Come una festa di famiglia, un matrimonio. - Ha raccontato Virginie Viard spiegando il mood che ha ispirato la sfilata - Adoro le grandi riunioni di famiglia, quando le generazioni si uniscono. È così caldo. C'è questo spirito in Chanel, oggi. Perché anche Chanel è come una famiglia. 

Le modelle, come damigelle e invitate accorse al corteo nuziale, si muovono sulle note di Be my baby di The Ronettes e con loro ondeggiano anche gli abiti. Tessuti fluttuanti e impalpabili, ruches, pizzi, lavorazioni floreali regalano una romantica leggerezza agli abiti dalle ampie gonne a corolla, ai midi dress a balze sfoggiati con ai piedi Mary-Jane bicolore con doppio cinturino che ricordano le scarpe dei ballerini di tango; mentre i tailleur di tweed, grazie al lurex e alle paillettes, si riempiono di bagliori. I gilet ricamati, indossati su morbidi pantaloni, sono il capo new entry, ma il vero focus della collezione è la gonna, protagonista in versione vaporosa, ampia, lunga o mini, ricca di balze, in pizzo o in tulle, come il tutù di una ballerina. 

A concludere lo show, come nella tradizione iniziata da Karl Lagerfeld, è la sposa che arriva sul dorso di un cavallo, bellissima nel suo ungo abito in crêpe di raso ecru con strascico. Sobrio e minimale, il capo disegnato da Viard è caratterizzato da un colletto ad ali e polsini come quelli di una camicia e decorato con strass e farfalle di perle ricamati da Lesage.

Anche il beauty riflette il mood da matrimonio bucolico vintage scelto da Viard. L’hairstylist di Chanel Damien Boissinot ha pettinato i capelli delle modelle in eleganti code di cavallo, impreziosite da coroncine di fiori di seta che danno un tocco boho al look. Lucia Pica, invece, ha optato per un makeup molto naturale: sopracciglia spesse e definite, smokey eyes nei toni del marrone, fard per mettere in risalto gli zigomi e rossetto tenue. Chanel spiega in un post Instagram i prodotti usati per ottenere questo beauty look: Le Correcteur de Chanel ed Ultra Le Teint Compact hanno regalato alla pelle delle modelle un finish impeccabile; un mix di Les Beiges Poudre Belle Mine Naturelle e di Pinceau Poudre Precision n°107 ha sottolineato l’incavo delle guance; mentre sulla parte superiore degli zigomi c’è un velo di Baume Essentiel Transparent