ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

20 costumi di Halloween ispirati alle ultime passerelle

Dagli affascinanti tangueros velati di Margiela alle vampire di Louis Vuitton e Rodarte

20 costumi di Halloween ispirati alle ultime passerelle Dagli affascinanti tangueros velati di Margiela alle vampire di Louis Vuitton e Rodarte

Halloween 2021 è alle porte. Anche in un periodo così complicato, esorcizzare la paura travestendosi può essere divertente, che sia per fare dolcetto o scherzetto nel vicinato o per restare in casa a rimpinzarci di caramelle davanti a Netflix con famiglia, fidanzati e coinquilini. Per trovare l’ispirazione giusta ed elevare lo stile del nostro costume basta dare uno sguardo agli ultimi Fashion Months. Brand e designers amano esplorare il lato oscuro della moda e portano in passerella affascinanti tangueros dal volto velato come Maison Margiela nella collezione SS21, romantiche vampire come ha fatto Louis Vuitton nel suo show SS22 o Rodarte in quello FW20, eteree aliene come Haider Ackermann, inquietanti figure dagli occhi rossi come Balenciaga o streghe dai capelli argento come Erdem.

Così, perché non giocare almeno per una sera? Armiamoci di glitter, rossetto scuro, eyeliner, khol e cipria e trasformiamoci in streghe, demoni, vampiri e fantasmi, scegliendo tra 20 costumi di Halloween ispirati alle ultime passerelle.

 

LV SS22: Art Noveau Vampires

Nicolas Ghesquière ha portato in passerella un mash-up tra Maria Antonietta, i cult del cinema muto e le Ziegfeld Follies. Il Passage Richelieu del Louvre si è trasformato in una sorta di portale per i viaggi nel tempo nel quale convivono crinoline e lingerie, abiti anni ‘20 e giacche da frac, trench in pelle e denim. L’ispirazione per la nuova collezione di Louis Vuitton è la stessa che ha suggerito a Guesquière i costumi per la serie di HBO Max Irma Vep, adattamento del film omonimo del 1996 con Maggie Cheung protagonista che era a sua volta il remake di Les Vampires, un classico horror del cinema muto del 1916. Perché non riguardare entrambe le pellicole in un outfit stile LV SS22 durante la notte di Halloween?

 

Noir Kei Nonomiya SS22: Black Swans 

Noir Kei Ninomiya, il designer prediletto da Rei Kawakubo di Comme des Garçons, rilegge il nero e le sue ombre come metafora della forza effimera e della bellezza delle cose che sono presenti intorno a noi. Il risultato è una collezione di capi in tulle e organza che ricorda l’outfit di un corpo di ballo dark. Il mood da Black Swan è perfetto da replicare per la notte del 31 ottobre.

 

Simone Rocha SS22: Les Enfants

Per realizzare la sua ultima collezione Simone Rocha ha preso spunto dalla recente maternità, trasformando tutto il dolore, la gioia e le notti insonni in una serie di abiti dai fianchi esagerati, pieni di pizzi e tempestati di gioielli e perle. Il vero dettaglio protagonista è il colletto, esagerato e ricamato, che ricorda sia lo stile eduardiano sia gli abiti del battesimo o della prima comunione. Completano il look diademi di cristalli, borse, mollette pieni di perle e i capelli raccolte in scenografiche trecce.

 

Richard Quinn SS22: Strange Flowers

Quinn veste le modelle con stampe floreali e silhouettes che ricordano gigantesche rose, girasoli, lillà e anemoni. Il risultato è strano, ma perfetto per Halloween, in bilico tra un cartoon per bambini e un viaggio lisergico di Alice nel Paese delle Meraviglie. Per quelli che vogliono affrontare la notte delle streghe con un mood più solare e divertente, ma senza rinunciare ad un pizzico di bizzaria.

 

Burberry SS22: Woodland Creatures

Riccardo Tisci gioca con il capo simbolo del brand: il trench. Lo decostruisce e ricostruisce, sperimentando con le silhouettes e aggiungendo un twist sexy che ritroviamo anche nel resto della collezione. I capi hanno dettagli audaci come frange esagerate o maniche oversize, ma anche stampe astratte e accessori eccentrici. Il più inaspettato? Le Bambi ears.

 

Maison Margiela SS21: Veiled Tangueros

Maison Margiela ha presentato la collezione SS21 con S.W.A.L.K. II, un suggestivo video diretto da Nick Knight che ha per protagonisti un gruppo di ballerini di tango dark con il viso coperto come nelle statue di marmo velate della tradizione neoclassica. Le immagini dipingono una inquietante e bellissima crew di tangueros che sembra la versione glamour della famiglia Addams.

 

Rick Owens SS21: Masked Warriors

In uno show in diretta streaming da Venezia, Owens presenta le sue cyber warriors in giacche in popeline di cotone, mantelle, capi in pelle, short sfrangiati, veli, stivali e mascherine. Un ibrido elegantemente dark tra Metropolis e Mad Max

 

Bora Aksu SS21: Nurses

Bora Aksu reinterpreta l’attualità in chiave fashion ispirandosi alle infermiere della Prima Guerra Mondiale. Il risultato è inaspettatamente romantico, con abiti trasparenti, pieni di volants e ricami.  Scegliere di replicare uno di questi look SS21 per Halloween può essere una buona idea per inserire con stile l’uso della mascherina. Aksu l’ha proposta in tessuto velato, per lasciare vedere le labbra dipinte di azzurro e fucsia, ma la classica mascherina chirurgica renderà il look ancora più realistico.

 

Rodarte FW20: Vampire Wives 

Per la FW20, le sorelle Mulleavy sfilano di sera, all’interno della chiesa di St. Bartholomew a New York. Un’atmosfera evocativa e cupa che riflette bene l’ispirazione della collezione di Rodarte: Dracula di Bram Stocker diretto da Francis Ford Coppola. Gli elementi per replicare questo look sono dress anni ’40, rossetto scuro e headpieces con fiori e velette.

 

Haider Ackermann FW20: Chic Aliens

L’universo genderless di Haider Ackermann, con la sua moda concettuale porta in passerella delle creature aliene che sembrano un ibrido tra le algide eroine dei film di Alfred Hitchcock e il personaggio con la testa enorme interpretato da Lisa Marie in Mars Attacks! di Tim Burton. Se volete replicare uno di questi look ricordatevi di indossare un outfit total black o total white, di schiarire le sopracciglia, rendere la pelle il più pallida possibile e ricreare meglio che potete le acconciature extra, magari con l’aiuto di extension o di una parrucca.

 

Gucci FW20: Rock Pilgrims

Per la FW20, Alessandro Michele ha scelto di portare in passerella il backstage della sfilata, presentando agli spettatori il livello di inclusione più estremo possibile e una collezione dagli echi felliniani. Tra i tanti personaggi che animano questa collezione di Gucci, i "Rock Pilgrims" sono perfetti come ispirazione per Halloween: grandi cappelli, abiti neri, collane con croci, colletti bianchi (must-have di stagione) e guanti in pizzo.

 

Dries Van Noten FW20: Dark Fairies

Dries Van Noten è il re dei contrasti, uno dei pochi designer capaci di mescolare elementi diversi, opposti, quasi kitsch, riuscendo a trasformarli in bellezza. Oltre ai capi, ad attirare l’attenzione della FW20 è il make-up delle modelle, ispirato a quelli creati da Serge Lutens tra gli anni ’70 e primi anni ’80. Una palette vivace ed ipnotica: ombretti, più leggeri, sfumati verso l’esterno nella palpebra superiore e sotto l’occhio, che mixano grigio, rosa, senape e celeste. Sam McKnight, riprende lo stesso gioco di cromie per l’hairstyling con le radici dei capelli che si tingono di colori fluo come verde lime, rosso cremisi, blu e viola.

 

Marni FW20: Alice in Wonderland

Nella stagione FW20 di Marni, Francesco Risso gioca creando abiti con patchwork di tessuti di scarto per dare vita ad una versione psichedelica di Alice nel Paese delle Meraviglie, con modelle dalle facce coperte di polvere d'oro e d'argento.

 

Erdem FW20: Silver Witches

Cecil Beaton e i suoi bellissimi ritratti del glamour e della mondanità degli anni '20 e '30 sono i protagonisti della collezione FW20 di Erdem. Se invece del classico mood spooky voleste optare per un look sofisticato, potete replicare le onde color argento e gli abiti da Jazz Age (ma rivisitati in chiave contemporanea) creati da Erdem Moralioglu

 

Anna Sui FW20: Goths

Il glamour notturno secondo Anna Sui è quello di horror degli anni ’60 e '70 come Blood and Black Lace e Daughters of Darkness: silhouette vittoriane e femminili, abiti in vernice nera con maniche in pizzo, lurex, paillettes e stampe in stile Liberty. Il trucco è di Pat McGrath: rossetto bordeaux, smokey eyes, incarnato perfetto e pallido.

 

Yohji Yamamoto FW20: Dramatic Ghosts

Corsetti, crinoline e sagome fin dé siecle incontrano il punk. Il make-up fatto di segni grafici attorno agli occhi e rossetto nero applicato solo parzialmente sembra fatto apposta per la notte di Halloween. 

 

Balenciaga FW20: Demons

Demna Gvasalia riflette sul ruolo dell'umanità e sul cambiamento climatico con un set apocalittico e abiti-rifugio pensati per proteggerci durante la fine del mondo. Bodywear, cappotti dalle silhouette squadrate, mantelle in latex e giubbotti ricoperti di spine che risultano l’ideale per Halloween.

 

Junya Watanabe FW20: Rockstar

Junya Watanabe omaggia Debbie Harry dei Blondie nella sua collezione FW20 e porta in passerella una rockstar dal make-up esagerato e disordinato che indossa abiti ibridi, stampe animalier, capi in pelle, gonne vaporose e imbracature fetish.

 

Moschino FW20: Marie Antoinette 

Maria Antonietta in versione Harajuku girlJeremy Scott, direttore creativo di Moschino, rielabora suntuosi abiti da principessa e crinoline con un twist contemporaneo dato da minigonne, cuissardes, denim e colori pastello. Un divertente omaggio al mondo di Lady Oscar.

 

Thom Browne FW20: Creepy Bunnies

Per la FW20, Thom Browne opta per una stravagante arca di Noè che sfila nella atmosfera surreale di bosco innevato. Facili e interessanti da copiare i look di coppia: gonnelline e blazer a righe da school girls da indossare con maschere velate che coprono gli occhi e replicano orecchie da coniglio.