Calcola il tuo ascendente

Vedi tutti

La villa da 20 milioni di dollari di Alicia Keys e Swizz Beatz

Un lussuoso paradiso in cui l’arte è la vera star

La villa da 20 milioni di dollari di Alicia Keys e Swizz Beatz Un lussuoso paradiso in cui l’arte è la vera star
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD

Alicia Keys e il marito Swizz Beatz hanno aperto le porte della loro mega villa californiana da 20 milioni di dollariArchitectural Digest, in un tour esclusivo tra arredi ricercati, opere d’arte, Ferrari e pianoforti a coda.Per lei e la sua famiglia la cantante non ha scelto una casa qualsiasi, ma quella che ha ispirato la futuristica residenza di Tony Stark aka Iron Man, nella serie cinematografica Marvel. Progettata dall’architetto Wallace E. Cunningham e costruita nel 2007 a La Jolla, sembra una vera e propria scultura modernista fatta di cemento bianco e vetro che si erge dalla scogliera a picco sull’Oceano Pacifico.

Ogni muro di questa casa, ogni pezzo, è una scultura. -Ha fatto notare Beatz a AD - Queste bellissime forme a "S", questi chevrons che scendono lungo la collina, curvature che volano nello spazio sopra la tua testa. La rendono più simile alla scultura che all’architettura.

La location e il design unico hanno fatto meritare a Razor House il soprannome di "la casa più cool d'America", anche se da quando l’hanno acquistata nel 2019 la star preferisce chiamarla "Dreamland". Erano anni che lei e Beatz sognavano di trasferirsi insieme ai figli, Egypt e Genesis, in questo paradiso di 11.000 piedi quadrati, "un posto per creare sogni e per essere abbastanza coraggiosi da desiderare il vostro sogno più folle".

Per arredarla la coppia si è affidata a Kelly Behun. L’interior designer newyorkese ha incorporato elementi e stili diversi: legno, tappeti di lana marocchina, tessuti di velluto e arredi che riprendono le curve dell’edificio, come i divani arrotondati e tavolini da caffè circolari che si trovano sparsi in tutta la casa. Anche la palette cromatica, basata su colori caldi, terrosi, è ispirata sia all’architettura sia alla strepitosa vista sull’oceano che si gode quasi da ogni angolo di questa Dreamland.

Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD
Credits: Frank Frances/AD

Come ogni dimora di star che si rispetti non mancano una grande piscina a sfioro, uno studio di registrazione privato e un garage pieno di Ferrari (ENZO, LaFerrari e SF90). La vera protagonista della casa di Keys, è, però, l’arte, con un particolare focus sugli artisti Black. Qualche esempio? Nella loro sala da pranzo, oltre alle sedie vintage Afra & Tobia Scarpa che circondano il tavolo da pranzo, c’è un dipinto di Derrick Adams. Anche se le preferite di Alicia sono le fotografie di Gordon Parks, occupano un posto d’onore anche le opere di di KAWS, Jean Michel-Basquiat, Kehinde Wiley, Lynette Yiadom-Boakye, Barkley L. Hendricks, Henry Taylor e della fotografa Sanlé Sory.