Calcola il tuo ascendente

Vedi tutti

Perché il "Three word method" è la soluzione per sopravvivere ai "core"

Ecco in cosa consiste il metodo che cambierà per sempre il vostro stile personale che ha conquistato TikTok

Perché il Three word method è la soluzione per sopravvivere ai core Ecco in cosa consiste il metodo che cambierà per sempre il vostro stile personale che ha conquistato TikTok

Non è sempre facile riconoscere il proprio stile personale tra la pioggia di "core" ed estetiche più o meno cool che spuntano ad ogni battito di ciglia. Persi tra gorpcore, indie sleaze e barbiecore, spesso inseguiamo le mode e gli ultimi trend perdendo di vista ciò che veramente fa per noi. Se le celebrità possono contare su stylist, make-up artist e uno stuolo di consiglieri, agli utenti medi resta solo uno smartphone e qualche rivista. Quindi, come è possibile nel 2022 a sviluppare un vero stile personale? Secondo Allison Bornstein e Emily Smilovich, designer del brand newyorkese Tibi, la risposta è il Three Word Method, il metodo elaborato dalla stylist newyorkese consiste nell’utilizzare tre aggettivi che descrivano i nostri look abituali o quelli che vorremmo sfoggiare, una definizione chiara e concisa che ci serva da ispirazione per assemblare gli outfit di tutti i giorni o da guida per acquistare nuovi pezzi. 

@allisonbornstein6 FINDING YOUR PERSONAL STYLE! what are your 3 words… comment below!!! #FORDfortheBuilders #fashiontiktok #fyp original sound - Allison Bornstein
@allisonbornstein6 FINDING YOUR PERSONAL STYLE SERIES what do you think of the words i chose? what would you change? who else should i do? #FORDfortheBuilders #fashiontiktok #fyp original sound - Allison Bornstein
@allisonbornstein6 FINDING YOUR STYLE! here i use the 3 word method as a checklist to ensure my look feels genuine to my style! comment your 3 words below!!!! #FORDfortheBuilders #fashiontiktok #fyp original sound - Allison Bornstein
@allisonbornstein6 FINDING YOUR PERSONAL STYLE PART 4! Do you have your words yet?? #fashiontiktok #fyp #FORDfortheBuilders Summer Background Jazz - Jazz Background Vibes
@allisonbornstein6 FINDING YOUR PERSONAL STYLE PART 5… the beauty of personal style and rhe importance of knowing what you love will allow you to create a wardrobe that feels all your own! #fashiontiktok #fyp #stylist Summer Background Jazz - Jazz Background Vibes

TikTok si è innamorata di questo metodo per la sua facilità. Il primo step è aprire l’armadio, individuare i capi che indossiamo di più e descriverne l’estetica. È oversize o slim fit? Sartoriale o casual? Romantico o minimale? Dizionari alla mano, occorre essere specifiche e utilizzare degli aggettivi descrittivi per categoria. Così si individua la prima parole che serve a come "base", mentre le altre due aggiungono un tocco che plasma il nostro stile personale, da trovare in base al piccolo moodboard fatto di citazioni da film e outfit di star che ci rappresentano. Le parole da scegliere possono essere anche delle semplici rappresentazione di vibes e possono cambiare con il tempo. E' possibile anche ispirarsi a delle celebrities di cui si ammira lo stile. Bornstein, infatti, ne ha elaborato una lista, associando tre aggettivi per ognuna. Qualche esempio? Zoë Kravitz è sexy, effortless e edgy; Rosie Huntington-Whitely minimal, neutra e soft; Hailey Bieber sporty, sexy ad oversized; Alexa Chung preppy, estrosa e edgy; Chloë Sevigny etrosa, imprevedibile e tailored; Emma Chamberlian è casual, imprevedibile e cartoonesca. La designer del brand womenswear focalizzato sulla portabilità dei capi invece afferma che anche delle frasi ad impatto possono rendere il mood adatto da replicare in un outfit, "Le citazioni sono molto rivelatrici, si ha una reazione viscerale ed emotiva ad esse", dice Smilovic.

Tre semplici parole ci salveranno dall’oblio fashion? Forse. Sicuramente aiuteranno a ridurre i rimpianti da shopping, sprechi inutili e a risparmiare denaro, riempiendo il guardaroba di pezzi forti ed essential che, mixati ad arte, daranno vita ad outfit che rispecchiano l'io più autentico di chi lo indossa o, per lo meno, quello avremmo voluto mostrare agli altri.