ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

6 piattaforme di beauty e lifestyle sostenibile

Per capire cosa significa davvero clean beauty e sostenibilità, e trovare i prodotti giusti da acquistare

6 piattaforme di beauty e lifestyle sostenibile Per capire cosa significa davvero clean beauty e sostenibilità, e trovare i prodotti giusti da acquistare

Quante volte abbiamo sentito parlare di sostenibilità, di cosmetici cruelty free e vegan, di oggetti di design realizzati con l'uso di materiali e fibre riciclate, di prodotti di bellezza eco-friendly... ma cosa significa veramente sostenibilità? 

Nel settore della bellezza, così come nel settore del wellness e del lifestyle - che si avvicinano sempre di più fra loro secondo una concezione di bellezza olistica, che viene da dentro - sostenibilità è un termine che assume una serie di sfaccettature diverse. 

Come capire quindi cosa significa davvero e dove trovare i prodotti giusti? nss G-Club ha selezionato 6 piattaforme di beauty e lifestyle sostenibile che, attraverso delle mini interviste, hanno risposto a queste domande.

 

1. PLENTINESS

Plentiness nasce a Londra a maggio del 2018 (e ha ora sede a Milano), ispirandosi ad un approccio anglosassone alla bellezza intesa come "pienezza" (ecco cosa significa la parola plentiness), ovvero benessere come esperienza, equilibrio ed esplorazione. L'approccio di Plentiness al beauty sostenibile è scientifico ma al tempo stesso leggero - volto a dimostrare che la sostenibilità può essere un'esperienza bella, piacevole, divertente - promuovendo uno stile di vita salutare e consapevole ma anche libero e contemporaneo.

"La sostenibilità è un percorso: si compie con piccoli passi, iniziando da azioni quotidiane che, anche se apparentemente "piccole", possono fare la differenza e avere un impatto maggiore, come ad esempio la bellezza e la cura di sé. "Plentiness" è pienezza, perchè la bellezza non significa mai privazione, ma benessere a 360 gradi, che parte da dentro." - ci spiegano le founder Simona e Linda.

Quali sono i criteri di Plentiness per verificare la sostenibilità? Il primo criterio, fondamentale per Plentiness, è la sostanza: come è fatto il prodotto, quali sono gli ingredienti. Ci sono poi altri criteri che si basano sulla realizzazione del packaging, sull'uso di materiali riciclati, sulla filiera delle materie prime, e anche sull'etica del lavoro. Alcuni brand che offriamo utilizzano ad esempio packaging innovativi, che possono essere riciclati nell'umido come nel caso del brand italiano Eywa, i cui packaging sono realizzati in un polimero vegetale che sembra plastica e inoltre dà lavoro ad una comunità di donne del Burkina Faso; o ancora il caso di Codex Beauty, brand americano i cui packaging e prodotti sono derivati dalla canna da zucchero, riducendo notevolmente l'impatto ambientale sulle risorse.

"Per chi vuole approcciarsi al mondo della clean beauty, abbiamo creato una soluzione: proponiamo l’opportunità di “testare” ed avvicinarsi a questo mondo con un primo approccio graduale e personalizzato attraverso la Sample Box. È una selezione unica e personalizzata di prodotti in mini size, per iniziare un percorso provando direttamente sulla propria pelle i prodotti migliori. Il nostro motto è buy less, buy better." - aggiungono le founder.

Quali sono i best seller di Plentiness? Alcuni fra i brand che stanno ottenendo un ottimo riscontro sulla piattaforma sono Faace, che offre 3 tipologie di maschere per il viso a seconda delle esigenze della propria pelle prestando allo stesso tempo particolare attenzione alla comunicazione; anche Upcircle, apprezzato particolarmente dal pubblico più giovane anche grazie all'ottimo rapporto qualità-prezzo, marchio che rimette in circolo materiali e scarti della food chain utilizzandoli nella propria produzione.

Sito web: plentiness.com
Instagram@plentiness

 

2. 23 ST BEAUTY

23 St Beauty nasce nel 2019 dall’idea di sostenere e promuovere la bellezza vera, naturale e sostenibile, senza compromessi. È un punto di riferimento in Italia nel panorama della clean beauty, guidando il consumatore verso acquisti più consapevoli, garantendo la piena trasparenza in ogni fase. Promuove la cosm-etica: sicura, naturale, efficace.

"In Italia è un mondo in parte ancora inesplorato, ma ci sono alcuni segnali positivi ed una nuova sensibilità verso questo tema. Le persone sono sempre più consapevoli e chiedono espressamente al mercato prodotti più trasparenti e sicuri per il loro benessere e quello del pianeta, ponendosi domande sull’origine dei prodotti, sugli ingredienti e sulla reale sostenibilità della filiera produttiva" - ci racconta la CEO & founder Costanza.

Quali sono i criteri di 23 St Beauty per verificare la sostenibilità? 23 St Beauty segue rigide linee guida nella selezione dei brand da offrire: prima fra tutte la condivisione della stessa filosofia di sviluppo sostenibile e dei medesimi valori etici. I beauty brand da loro selezionati sono rigorosamente cruelty-free e si impegnano per rendere packaging e formulazioni eco-friendly, privilegiando materiali eco-compatibili ed ingredienti botanici selvatici, raccolti nelle zone limitrofe alla produzione. Questa scelta valorizza piante, frutti e fiori autoctoni e tutela l’ecosistema. Infine una produzione artigianale in piccoli lotti garantisce freschezza e sostenibilità della filiera.
Molti marchi sostengono inoltre organizzazioni non-profit, che lavorano per la salvaguardia dell’ambiente e degli animali. 

"Nel mercato attuale si sta creando molta confusione per colpa di alcuni termini come “naturale”, “biologico”, “ecobio”, che vengono utilizzati liberamente e in modo spesso errato. Il nostro consiglio è quello di informarsi e trovare buoni punti di riferimento, scegliere piccoli brand indipendenti, scoprire quali impegni prendono a favore degli animali e dell’ambiente, dove producono i loro prodotti... ma anche leggere sempre l’INCI e privilegiare prodotti con un’alta percentuale di ingredienti biologici e con pack riciclabili." - consiglia Costanza.

Quali sono i best seller di 23 St BeautyLa piattaforma presenta una ricercata selezione di clean beauty brand indipendenti, provenienti da tutto il mondo: dal marchio hawaiano Leahlani Skincare, all'australiano Edible Beauty, fino all’italianissimo Luce di Sorrento. L’esperienza di shopping permette di creare, in pochi click, una beauty routine consapevole e personalizzata, dalla skincare al make-up, fino ai prodotti dedicati alla cura del corpo e dei capelli. L’ultima arrivata è la categoria lifestyle, che promuove uno stile di vita sostenibile a tutto tondo, con una selezione dedicata al benessere interiore e alla casa. I prodotti per la cura della pelle sono i più ricercati, dai detergenti viso fino ai trattamenti più specifici, come le maschere viso ed i beauty tools. Amatissime anche le fragranze naturali per il corpo, come il profumo al Palo Santo by Rahua

Sito web23stbeauty.com
Instagram@23stbeauty

 

3. SHOPFORGEA

GES SHOP è la piattaforma italiana di cosmetica sostenibile, un sito web nato come punto di riferimento per il consumatore italiano, dove trovare i migliori brand europei per la cura personale, dal packaging totalmente plastic-freeGea è il nome della Terra, omonimo di Gaia, nome della fondatrice dello shop. Shop for Gea, nome della pagina IG e del sito web, significa letteralmente "compra per la Terra", quindi "acquista consapevolmente". L’idea dello shop plastic-free nasce il 26 agosto 2019, durante un viaggio di ritorno da Mallorca, dove Gaia (founder) viveva e lavorava, verso Milano: in quel momento arriva la decisione di rinunciare ad  nuovo capitolo lavorativo nel settore moda, e di aprire invece GEA SHOP. 

"In paesi come l’Australia o il Canada la sostenibilità risiede totalmente nella mentalità e nella quotidianità delle persone, e gli shop come il nostro sono ad ogni angolo. Per quanto riguarda l’Europa, l’Inghilterra è l’esempio che dovremmo seguire sotto questo punto di vista e anche la nostra vicina Spagna! In Italia possiamo affermare che c'è una buona risposta, ma non è ancora abbastanza." - afferma la founder Gaia.

Quali sono i criteri di GEA SHOP per verificare la sostenibilità? GEA SHOP parte dal packaging: senza plastica, riciclabile, riutilizzabile e prodotto senza recare danni all’ambiente; così come il prodotto stesso. E infine la sostenibilità sociale: Gaia si assicura che l’azienda lavori in maniera etica nei confronti dei suoi dipendenti o lavoratori terzi, ad esempio senza sfruttamento. 

"Per condurre una vita sostenibile bisogna cambiare totalmente forma mentis: si può iniziare eliminando le bottiglie d'acqua di plastica, uno dei problemi più gravi per il Pianeta. Esistono numerose alternative per bere acqua buona come i depuratori, le caraffe filtranti, le colonnine per riempire le proprie bottiglie o il servizio di vuoto a rendere a domicilio. In secondo luogo: informarsi e fare ricerca sugli shop più vicini a casa o online da cui acquistare spesa alimentare sfusa e prodotti per la casa e per la cura personale senza plastica." - consiglia Gaia.

Quali sono i best seller di GEA SHOPShopforgea.com offre tutti i prodotti che troviamo solitamente nel nostro bagno, ma senza packaging in plastica: shampoo e balsamo solido (i loro best-seller!), dentifrici e collutori in qualsiasi consistenza, deodoranti, balsami labbra, scrub viso e corpo, creme e burri viso e corpo, detergenti viso specifici, rossetti, smalti, struccanti, saponi, saponi intimi, e molto altro. 

Sito web: shopforgea.it
Instagram@shopforgea

 

4. INDY DISTRIBUTION

Indy Distribution è una realtà giovanissima - nasce infatti nella primavera del 2020 dopo un anno di ricerca e progettazione - che si pone l'obiettivo di promuovere il concetto di clean beauty anche in Italia. 

"La cosmetica è sempre stata la mia passione, fin da quando ero bambina. Negli anni ho approfondito questo amore e mi sono dedicata alla ricerca di brand di “nicchia” che lavorassero con una certa etica sia a livello di ingredienti che a livello di impatto ambientale.
Grazie ai viaggi che ho fatto nel mio lavoro precedente, sono entrata in contatto con diverse realtà che operano nel settore della clean beauty ed è stato proprio in quel momento che ho deciso che questa sarebbe stata la mia strada." - ci racconta la founder Anna.

Quali sono i criteri di Indy Distribution per verificare la sostenibilità? Ci sono numerosi fattori: la selezione degli ingredienti, il packaging, il numero delle referenze proposte sono solo alcuni dei punti fondamentali per abbracciare la filosofia della sostenibilità secondo Indy.

"Il fattore sostenibilità è sempre più importante ed è l'elemento che fa la differenza. Il consumatore oggi è sempre più attento ed è in grado di scegliere in maniera consapevole. Penso sia una dovuta evoluzione del processo d’acquisto. Anche in Italia, oggi, c’è molta più attenzione a brand che hanno alle spalle un’etica e una storia vera da raccontare." - aggiunge Anna.

Quali sono i brand di Indy Distribution? Indy Distribution nasce, come sottolinea il nome, come piattaforma di distribuzione, ma ha recentemente aperto anche l'e-commerce: al momento il focus è su By Mukk, linea di skincare Estone che Indy distribuisce in esclusiva. È una realtà che lavora in maniera artigianale, selezionando con cura le materie prime, con un occhio all’ambiente. By Mukk produce in piccoli lotti in un’isola del Mar Baltico (Saaremaa) a nord dell’Estonia. Tutti i pack sono in vetro, carta e alluminio 100% riciclabili. Indy è sempre alla ricerca di nuovi brand da testare e da inserire nel proprio portfolio, quindi teneteli d'occhio per scoprire altre chicche di clean beauty!

Sito web: indydistribution.com
Instagram: @indy_distribution

 

5. THE COLLECTION ONE

The Collection One è uno store che offre marchi sostenibili e pezzi vintage selezionati con cura. Lo store online è stato inaugurato 4 anni fa e 3 anni dopo è stato aperto un negozio ad Amsterdam. La founder, Lisa, ama aiutare i clienti a comprendere il valore degli articoli nel suo negozio, dando loro la possibilità di toccarli e testare con mano i materiali.

"Mi sento responsabile per ciò che vendo: voglio spiegare ai miei clienti dove vengono prodotti gli articoli, chi li ha realizzati e di cosa sono fatti. Dopo aver visto come funziona l'industria della moda (fast fashion - ho infatti studiato moda e lavorato in aziende del settore) ho capito che volevo vendere soltanto prodotti di brand che siano trasparenti sulla loro produzione e che utilizzano materiali di alta qualità." - ci ha raccontato la founder, Lisa.

Quali sono i criteri di The Collection One per verificare la sostenibilità? La selezione di Collection One segue 3 pillars principali: chi l'ha realizzato, dove è stato realizzato e che tipo di materiali utilizza il marchio. L'obiettivo è offrire la massima trasparenza possibile al cliente. La maggior parte dei marchi della piattaforma produce nella propria fabbrica o in Europa, per assicurarsi che le condizioni di lavoro siano ottimali. Non selezionano marchi che utilizzano poliestere nei loro tessuti e preferiscono brand che lavorano con certificati come OEKO-TEX o GOTS.

"Credo che l'attenzione del consumatore stia aumentando, basta vedere tutte le community e le piattaforme sulla sostenibilità che stanno nascendo. Tuttavia, trovo difficile credere che i grandi players del settore siano davvero sostenibili: non si può produrre un articolo così economico, quando anche i lavoratori devono essere pagati. Non ho quasi mai sentito o letto nulla sul fatto che i lavoratori operino nelle giuste condizioni e vengano pagati bene quando un marchio di fast fashion lancia una collezione "sostenibile". Ecco perché, quando seleziono i marchi la trasparenza è davvero importante" - ha aggiunto Lisa.

Quali sono i best seller di The Collection One? Un mix di marchi sostenibili, come Young FrankkAbout ArianneBy SigneHara the label e anche alcuni marchi locali. Al momento la collana a catena e il bracciale di Young Frankk sono i best sellers: sono realizzati in ottone riciclato placcato in oro e sono pezzi classici che puoi indossare e conservare per sempre!

Sito webthecollectionone.com
Instagram@thecollectionone

 

6. ADA STUDIOS

ada studios offre una selezione curata di articoli che celebrano l'arte e la bellezza della ritualità, dell'energia e degli elementi naturali; dedicato a tutto ciò che è naturale, ada studios è specializzato in adattogeni e altri prodotti che promuovono un modo di vivere consapevole; guidato da un principio olistico, cerca di ritualizzare il benessere duraturo migliorando la bellezza dall'interno.

La piattaforma vuole anche far conoscere marchi e prodotti etici e consapevoli, attraverso la creazione di un luogo in cui i brand con lo stesso mindset possono coesistere e rafforzarsi a vicenda.

Sul sito troverete diverse sezioni: lo shop online, che offre una gamma di prodotti che spazia dagli estratti di erbe e cosmetici agli articoli per la casa, libri e riviste, e molto altro ancora; nell'area "journal" si trovano i contenuti editoriali su wellness, mindfulness, yoga, skincare e altri topic; ada studios vuole elevare lo stile di vita dell'acquirente attraverso una selezione di prodotti essenziali per la cura della pelle, incensi, saponi, candele, gioielli, profumi, integratori alimentari, oli... per raggiungere un livello più profondo di benessere e cura di sé, a 360 gradi.

Sito webada-studios.com
Instagram@adastudios__