Calcola il tuo ascendente

Vedi tutti

Le mostre e gli eventi da non perdere alla Milano Art Week 2022

Da Maurizio Cattelan alla mostra dedicata a Steve McQueen

Le mostre e gli eventi da non perdere alla Milano Art Week 2022 Da Maurizio Cattelan alla mostra dedicata a Steve McQueen

Milano diventa il centro dell’arte. Per una settimana la città si trasforma in un hub pubblico offrendo l’occasione perfetta per scoprire artisti e talenti emergenti, ma anche gallerie, nuovi spazi espositivi e piattaforme creative. Il primo step è ai padiglioni di Fiera Milano dove dal 1 al 3 aprile 2022 torna Miart, l’esposizione curata da Nicola Ricciardi che, arrivata alla sua 26esima edizione, occupa i coinvolgendo 150 espositori, artisti affermati ed emergenti e gallerie di 21 paesi diversi, pronti ad esplorare il tema di quest'anno: Libero Movimento. Tra gli eventi più attesi ci sono il ritorno di Maurizio Cattelan e la mostra dedicata al regista premio Oscar Steve McQueen negli spazi di Pirelli HangarBicocca, ma anche la prima mostra personale in Italia di Artur Żmijewski

Il calendario è fitto di happening, performance, eventi e inaugurazioni che attraversano tutta la città. Ecco gli appuntamenti da non perdere alla Milano Art Week 2022.

 

YOU - Maurizio Cattelan

Dopo Tre bambini impiccati in Piazza XXIV Maggio, Maurizio Cattelan torna a riflettere su amore, controllo, perdita e sconfitta, ma, stavolta proponendo se stesso in versione statua impiccato nel bagno della sede di Casa Corbellini-Wassermann, spazio che è stato aperto al pubblico per la prima volta. 

Viale Lombardia, 17

Su appuntamento

 

Sunshine State - Steve McQueen

Realizzata in collaborazione con la Tate Modern di Londra presso Pirelli Hangar Bicocca, la mostra Sunshine State celebra il lavoro dell’artista e filmmaker vincitore del Turner Prize e del premio Oscar Steve McQueen. Si tratta di una video-riflessione immersivache ripercorre l’universo visuale dell’artista, toccando temi come la percezione e la costruzione dell'identità, il razzismo, la violenza, la sessualità.

Via Chiese, 2

Dalle 10.30 alle 20.30

 

Useless Bodies? - Elmgreen & Dragset


Fondazione Prada ospita Useless Bodies?, indagine del duo Elmgreen & Dragset sulla condizione del corpo nell’era post-industriale, in cui la nostra presenza fisica sembra avere perso la sua centralità tanto da risultare ormai superflua. Distribuito su uno spazio espositivo di circa 3000 metri quadri si apre un percorso di installazioni immersive che sembrano dei portali versi tanti universi diversi fra loro.

Largo Isarco, 2 

Dalle 10 alle 19

 

OUT OF ORDER: The Collages of Louise Nevelson - Louise Nevelson

Visitare la nuova mostra di Giò Marconi Gallery offrirà a molti l’opportunità di scoprire  Louise Nevelson, maestra della scultura del Novecento. L’esposizione milanese raccoglie un’ampia selezione di collages che l’artista di origine ucraina ha realizzato a partire dagli anni ‘50 e sono un esempio della sua "capacità di trasformare l'ambiente tradizionale della casa da un simbolo della sensibilità femminile, dell'addomesticamento e della sfera intima a espressione monumentale di libertà creativa."

Via Tadino, 15

Dalle 11 alle 19

 

Quando la paura mangia l’anima - Artur Zmijewski

Dal 29 marzo al 12 giugno il PAC- Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano ospita Quando la paura mangia l’anima, la prima mostra personale in Italia di Artur Żmijewski il cui titolo evocativo si ispira all’omonimo film di Rainer Werner Fassbinder. Temi centrali del lavoro dell’l’artista polacco sono il corpo umano, la fragilità, l’oppressione e l'istintiva inclinazione umana al male, ma anche i meccanismi della memoria e del trauma collettivo.

Via Palestro, 14

Dalle 10 alle 19.30

 

Lullaby - Maurizio Cattelan

Dal 30 marzo al 6 novembre 2022 nella sala del tempio crematorio del cimitero Monumentale di Milano sarà allestita Lullaby di Maurizio Cattelan. L’opera, esposta per la prima volta a Londra nel 1994, è composta da 40 sacchi di plastica bianca, stoccati su due pallet, che contengono le macerie del Padiglione di arte contemporanea, raso al suolo dall'attentato mafioso di via Palestro del 27 luglio 1993. Quando Lullaby lascerà il suo evocativo setting e entrerà a far parte della collezione permanente del Museo del Novecento.

Piazzale Cimitero Monumentale

Dalle 8 alle 18

 

 As Above, So Below - Elisa Sighicelli

Una mostra personale di Elisa Sighicelli che è anche un viaggio attraverso i depositi della Galleria d’Arte Moderna di Milano, normalmente non visitabili, perché deputati alla conservazione e allo studio delle opere per necessità scientifiche. Le 25 immagini, tra stampe fotografiche su carta, una stampa su gesso e due sculture della galleria ci mostrano (a domenica 3 luglio 2022) un tesoro nascosto fatto di languide figure femminili, bronzi, marmi, gessi e opere a lungo rimaste nascoste agli occhi dei visitatori della GAM.

Via Palestro, 16

Dalle 10 alle 17.30

 

 Entusiasmo Rituale - Lula Broglio

Dal 24 marzo al 26 maggio Salotto studio presenta la prima personale di Lula Broglio. Nelle otto tele dell'artista sanremese convivono realismo e magia, gatti con gli occhi laser e elfi, cocktail Martini e fantasmi, architetture razionaliste e atmosfere familiari.

Via Vaina 2

Su appuntamento

 

Afasta Nefasta - Yuli Yamagata

Ordet in Porta Romana  inaugura Afasta Nefasta, la prima personale dell’artista brasiliana Yuli Yamagata. Le sue opere prendono ispirazione dalla tradizione popolare giapponese e dalla pop culture per  creare un affascinante immaginario onirico popolato da polpi, serpenti, paguri, lumache, morbide creature che portano i segni della loro mutazione umana. Il risultato è un interessante ibrido tra sogno e realtà.

Via Adige, 17

Dalle 14 alle 19

 

SIGNS. Grafica Italiana Contemporanea

Fino al 3 aprile 2022 in occasione della prima edizione del Milano Graphic Festival, a Base Milano 25 dei migliori studi grafici italiani offriranno uno spaccato dello stato della grafica e del design della comunicazione nel nostro paese e i tanti linguaggi che il talento può creare.

Via Bergognone, 34

Dalle 10 alle 19.30

 

C2CMLN shared by Gucci

Dopo la giornata del 31 marzo dal palco del District 272, il C2CMLN shared by Gucci continua la sua immersione nel clubbing con talk, musica e performance. Il 1 aprile il dj Daniele Baldelli e il producer Physical Therapy porteranno in scena i loro progetti sonori all’Apollo Milano coinvolgendo il pubblico in una notte di dance music e divertimento.

Via Giosuè Borsi, 9/2

Dalle 22.30

 

OUTPUT - Riccardo Benassi e Michele Rizzo

OUTPUT è un ciclo di performances che incorpora arte visiva, danza e musica ad opera di Riccardo Benassi e Michele Rizzo. Realizzato con il supporto di Fondazione Marcelo Burlon il progetto vuole celebrare il valore culturale, politico e sociale dell’arte dopo due anni di continue chiusure e riaperture dovuti alla pandemia degli spazi adibiti alla sua distribuzione. L’appuntamento è per venerdì 1 aprile.

Piazza Sempione

Dalle 18 alle 21