ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

I celebrity stylist da seguire su Instagram

Da Law Roach a Maeve Reilly, ecco chi sono gli image makers più hot del momento

I celebrity stylist da seguire su Instagram Da Law Roach a Maeve Reilly, ecco chi sono gli image makers più hot del momento

Circa 30 anni fa, Joan Rivers fece alle star che calcavano il red carpet dei Golden Globes una domanda che nessuno aveva mai fatto loro: "Who are you wearing?". Da quel momento cambiò tutto. Gli outfits di attrici e cantanti iniziarono a catalizzare sempre più attenzione, caricando di responsabilità il ruolo di chi aiuta a scegliere l’abito e l’accessorio giusto, gli stylist. Da misteriose figure nascoste nell’ombra, il loro ruolo ha acquistato sempre più peso, diventando un ingrediente fondamentale per il successo di una celebrity. Gli image makers, architetti di stile capaci di trasformare anche la più anonima delle starlet in una it-girl copiatissima, costruiscono attorno ai propri clienti veri e propri progetti visual fatti di abiti, accessori e beauty. Da Julia Roberts a Zendaya, da Beyoncé a Dua Lipa nessuna diva (o aspirante) tale che si rispetti ne può fare a meno, ma anzi ha imparato a valorizzarli come i lori alleati più preziosi. Di alcuni, come i popolarissimi Law Roach e Elizabeth Stewart abbiamo già imparato a conoscere i nomi, gli altri ve li segnala G-club.

 

Law Roach

Se il prossimo 10 novembre Zendaya verrà premiata come Fashion Icon 2021 e Anya Taylor-Joy come Face of the Year Award dal CFDA, il merito è tutto di Roach. Partito all’inizio degli anni 2000 con un vintage store, in poco tempo è riuscito a diventare un vero image architect, capace di giocare con gli outfit trasformando giovani talenti in icone di stile e di regalare a star un’allure irresistibile anche per la Gen Z. Ricordate quando Celine Dion si presentò ai Billboard Awards con un abito di Stéphane Rolland o quando catturò i flash alla Paris Fashion Week indossando una felpa oversize Vetements con la stampa di Titanic e un paio di tacchi vertiginosi?  E che dire dell’elegantissimo Dior verde della Regina di scacchi agli Emmys o l’ormai leggendario Balmain che scolpiva il corpo di Zendaya alla Mostra del Cinema Di Venezia? Tutte scelte che confermano il talento di Roach nell’intercettare i trend del momento e metterli in armonia con la sua filosofia base, di puntare su brand emergenti. Questo gli consente di plasmare look diversi ed indimenticabili per tutte le sue clienti che comprendono anche Hunter Schafer, Priyanka Chopra Jonas, Kerry Washington e Halsey.

 

Zerina Akers

Zerina Akers ha iniziato a lavorare come stylist freelance presso W Magazine e altre pubblicazioni come WWD e Harper’s Bazaar, ma è famosa per curare l’immagine di Beyoncé. Per avere un assaggio del suo stile basta dare uno sguardo a Black is King, visual album basato sulla musica del film The Lion King: The Gift nel quale Queen B indossa solo creazioni di designer black. Akers ha creato anche l’account Instagram @blackownedeverything per dar spazio a marchi emergenti e affermati di creativi neri. 

 

Mimi Cuttrell

Secondo Mimi Cuttrell tutte le ragazze dovrebbero avere nel loro armadio almeno un paio di jeans a vita alta,con l’orlo sfrangiato e una maglietta bianca, meglio se di Redone. Quando lavora come stylist e personal shopper però preferisce puntare su outfits dalle forti vibes streetstyle rese ancora più accattivanti da un pizzico di sensualità. Si dice che la sua carriera sia iniziata grazie ad un incontro fortunato con Gigi Hadid, cementato da un primo servizio fotografico, dal virale #styledbymigi e da una lunga serie di scelte che alternano pezzi easy, ma grintosi per tutti i giorni e abiti eleganti per il red carpet, come il Prada bianco indossato dalla modella al Met Gala 2021. Dopo aver conquistato Gigi, Mimi ha iniziato a collaborare anche con Bella Hadid, esaltando il suo amore per il vintage e gli anni ’90, senza dimenticare pezzi più contemporanei come il total look animalier firmato Demna Gvasalia per Balenciaga sfoggiato in occasione del party parigino di Harper’s Bazaar nel giugno 2020. Tra le altre sue clienti ci sono anche Ariana Grande, Addison Rae, Sara Sampaio e Iris Law.

 

Elizabeth Stewart

Non c’è dubbio che Elizabeth Stewart sia la mente dietro ai look da red carpet più famosi. Julia Roberts, Cate Blanchett, Sandra Bullock, Amanda Seyfried, Jessica Chastain, Viola Davis, Gal Gadot... la lista delle sue clienti potrebbe ispirare le prossime nomination agli Oscar. Tra i suoi fashion moments cult più recenti ci sono l’abito rosso di Armani scelto per Amanda Seyfried agli Oscar 2021, il minidress bianco by Givenchy di Gal Gadot ai Golden Globes e lo scintillante Jenny Packham indossato da Selma Blair per l’anteprima del suo documentario.

 

Maeve Reilly

Fino a qualche mese fa Megan Fox era solo un ricordo dei primi anni 2000, famosa per un teen horror cult e per essere l’ex moglie di uno dei protagonisti di Beverly Hills 90210. Poi il boom. Il divorzio, la relazione con Machine Gun Kelly e l’incontro con Maeve Reilly che, facendo leva sulla nostalgia Y2K, ha fatto diventare l’attrice una delle it-girl del momento. Il segreto? Puntare sulla sua naturale sensualità e aggiungere un twist pop-punk con mini dress aderentissimi, trasparenze, capi con dettagli cut-out, corsetti e leggings in vinile. Più sofisticate sono le scelte di Maeve per l’altra sua cliente più famosa, Hailey Bieber. Anche se secondo i rumours la modella sembra pronta a spiccare il volo e a diventare stylist di se stessa, deve a Reilly un grazie per la grande lezione di stile che le ha dato in questi anni. Un esempio? L’abito da sposa firmato da Virgil Abloh.

 

Lorenzo Posocco

È italiano, ma vive a Londra da oltre dieci anni. Lorenzo Posocco ha una passione per la moda italiana degli anni ’80 e ’90 e per la musica, una laurea in Marketing e Comunicazione e un passato come assistente stylist a MTV e redattore di una rivista di moda indipendente. La sua fortuna è arrivata con Dua Lipa, di cui cura tutti i look per le apparizioni pubbliche e per molti editoriali. Lo stile che ha creato per la pop star mixa street, glamour, brand emergenti e pezzi vintage come il Vivienne Westwood indossato ai Brit Awards 2021 o il mini dress con farfalla di Versace scelto per festeggiare il suo Grammy. 

 

Veneda Carter

Cresciuta a Copenhagen, figlia di genitori polacchi, Veneda Carter ha mollato una carriera da modella teen per diventare stylist. Giovanissima, è stata notata dalla crew di Kanye West che la inserita nella sua cerchia creativa, a stretto contatto con image makers come i Virgil Abloh, Lotta Volkova e Mowalola Ogunlesi. Dal 2016 lavora come stylist per Yeezy e dal 2019 per Kim Kardashian che l’ha definita "the coolest woman in the world"Se scrollate il feed di Instagram di Kim è facile riconoscere il tocco di Veneda nel total look nei toni del marrone con piumino di Acne e nel bustier in pelle con tanto di addominali scolpiti firmato Schiaparelli by Daniel Roseberry che la faceva somigliare l’ex Mrs West ad un supereroe della Marvel.

 

Harry Lambert

Dopo alcune esperienze da Vogue UK e Topman, oggi Harry Lambert è la mente dietro allo stile fluido e libero di Harry Styles. Anche grazie alla collaborazione con Gucci, la coppia sta cambiando a suon di outfit il concetto classico di abbigliamento maschile, introducendo elementi come la gonna, i boa di struzzo o le perle che fino a poco tempo fa erano riservati al womenswear. Recentemente, Lambert ha iniziato a seguire anche Emma Corrin, facendo per l’attrice scelte altrettanto audaci come il look un po’ spooky sfoggiato agli Emmys 2021: un abito di Prada accessoriato con una cuffietta stile Handmaid’s Tale e delle affilatissime sharp nails dark.          

 

Dani Michelle

Il suo approccio edgy allo styling ha conquistato Kendall Jenner e Kourtney Kardashian. Tra i meriti di Dani Michelle ci sono l’aver fatto scoprire il vintage a Kendall e aver aiutato a far diventare il gilet in un must-have. Il suo successo più recente, però, è sicuramente aver trasformato Kourtney e Travis Barker in due icone della moda pop-punk. La stylist ha rivisitato i codici di quell’estetica aggiornandoli per la Gen Z, mixando capi d’antan e designer emergenti, mini dress in pelle, leggings in vinile, corsetti scultorei, cut-out, lacci, tanto nero e un pizzico di animalier.  

 

Ramona Tabita

Appena maggiorenne ha lasciato la Sicilia e si è trasferita a Roma, per studiare arte all'accademia. In quegli anni scriveva di moda per vari magazine e si occupava di fotografia, curando in prima persona i look dei protagonisti dei suoi scatti. Il suo lavoro era così buono che la Naba di Milano la scelse come borsista per frequentare il biennio specialistico in fashion, mostrandole come la sua abilità nello styling potesse trasformarsi nella sua futura professione. Da allora ha collaborato con tantissimi artisti e brand, lavorando per servizi fotografici, editoriali, spot e campagne pubblicitarie. Tra i suoi clienti più recenti ci sono Ghali, Marracash, Gaia Gozzi ed Elodie. C’era Ramona Tabita dietro ai look da pop diva sfoggiati durante alla Mostra del Cinema 2020 e durante la co-conduzione di Sanremo 2021: dall’abito in maglia metallica di Versace al Giambattista Valli in tulle a forma di cuore.

 

Simone Furlan

Simone Furlan è la mente dietro i look della new wave italiana. È lui che ha sviluppato il concept pieno di citazioni, da Tomaso Binga a Libera Mazzoleni, alla base degli outfits sfoggiati da Madame a Sanremo 2021, ma anche ai minidress audaci scelti da Annalisa per la stessa edizione del Festival. Una laurea in History of Art and Visual Culture presso la Goldsmiths University, un gran senso dello stile e una passione per la musica, hanno permesso a Simone di diventare l’alleato indispensabile per i look di artisti come Mara Sattei, Hell Raton, The Kolors, Izi e Margherita Vicario.

 

Nick Cerioni

Gli outfit vintage rock dei Maneskin? Merito di Nick Cerioni che ha seguito lo stile del gruppo più hot del momento suggerendo loro, tra l’altro, le catsuit trasparenti by Etro con cui hanno spaccato a Sanremo 2021. Laurea allo IED, inizi a MTV ed esperienze a X-Factor sono solo tre dei tanti step che hanno portato lo stylist a lavorare con Achille Lauro, Jovanotti, Laura Pausini o Pierfrancesco Favino. Una curiosità: tra le sue icone fashion ci sono Raffaella Carrà, Madonna e Beyoncé.