ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

I 10 gioielli più iconici dei film

Dal diamante blu di Titanic a quello giallo di Come farsi lasciare in 10 giorni

I 10 gioielli più iconici dei film Dal diamante blu di Titanic a quello giallo di Come farsi lasciare in 10 giorni

Luccicanti, enormi, colorati e preziosissimi. I gioielli indossati dalle dive di Hollywood sul grande schermo, che siano diamanti, rubini o smeraldi, sono sempre bellissimi. Talmente speciali che spesso la trama ruota attorno a queste gemme leggendarie come Heart of the Ocean, il diamante blu sfoggiato da Kate Winslet in Titanic o la collana Cartier Toussaint che Sandra Bullock e la sua gang di ladre ruba in Ocean’s 8

Harry Winston è stato il primo gioielliere, nel lontano 1943, a prestare le sue creazioni alle star per le apparizioni sul red carpet, ma da allora anche i gioielli di Cartier, Bulgari, Tiffany & Co. e di molte altre grandi Maison hanno suscitato l’invidia di tutte le comuni mortali che hanno visto diamanti e pietre preziose da milioni dollari solo al cinema.

Preparativi a sognare perché qui sotto trovate una lista con i 10 gioielli più iconici dei film

 

Moon of Baroda - Gli uomini preferiscono le bionde (1953)

In una leggendaria scena di Gli uomini preferiscono le bionde, Marilyn Monroe, vestita di raso rosa, canta Diamonds are a Girl’s Best Friends mentre una schiera di gentiluomini la ricoperta di gioielli luccicanti, ma, ahimè, finti. La vera gemma, Moon of Baroda, l’attrice la indossò solo per la campagna promozionale del film. Questo diamante giallo canarino dal taglio a pera fu scoperto nelle miniere di Golconda, in India, e restò proprietà della dinastia Gaekwad per oltre 500 anni fino a quando il Maharajah di Baroda lo donò all’imperatrice Maria Teresa d’Asburgo che, a sua volta, lo diede alla figlia, la regina Maria Antonietta. Nel 2018 è stato venduto all’asta nel 2018 per 1,3 milioni di dollari.

 

Cartier ring - Alta società (1956)

In High Society, Grace Kelly interpreta la socialite Tracy Samantha Lord, una donna divorziata contesa da tre uomini: l'ex marito e musicista jazz (Bing Crosby), l'uomo d'affari (John Lund) e il giornalista (Frank Sinatra). Tra i tanti gioielli che sfoggia nel film, ce ne è uno molto speciale: un anello di Cartier con un diamante da 10,47 carati taglio smeraldo, montato su una struttura di platino. In un’intervista al Philadelphia Inquirer l’attrice confessò che la pietra era il suo secondo anello di fidanzamento, regalatole dal promesso sposo, il Principe Ranieri III, dopo aver saputo che Grace avrebbe dovuto indossare un gigantesco solitario sul set.

 

Ribbon Rosette - Colazione da Tiffany (1961) 

Audrey Hepburn, nei panni di Holly Golightly, che, mentre su New York sta ancora sorgendo il sole, scende da un taxi in abito da sera e si ferma a guardare la vetrina di Tiffany sorseggiando un caffè e mangiando una danish pastry è una delle immagini più iconiche di sempre. Insieme a quell’indimenticabile tubino nero di Givenchy, la protagonista del film diretto da Blake Edwards sfoggia un paio di occhiali da sole di Oliver Goldsmith, un diadema ed una collana realizzata da Roger Scemama, composta da cinque fili di perle impreziositi nella parte anteriore da una chiusura gioiello. Ancora più preziosa è quella che si può vedere nella campagna promozionale di Colazione da Tiffany: la Ribbon Rosette. Si tratta di una collana creata da Jean Schlumberger, uno dei designer più apprezzati del XX secolo, e realizzata in platino, oro giallo e diamanti con, al centro, uno dei diamanti gialli più grandi e più belli del mondo. La gemma è stata scoperta nella miniera di Kimberly in Sudafrica nel 1877 e venne acquistata l’anno seguente da Charles Lewis Tiffany per 18mila dollari che la fece tagliare nell’attuale forma a cuscino con 82 sfaccettature. Fino ad oggi, il gioiello è stato indossato tre volte: da Mrs Mary Whitehouse ad un gala di beneficenza nel 1957; da Audrey Hepburn per pubblicizzare Colazione da Tiffany; Lady Gaga sul red carpet degli Academy Awards 2019.

 

Serpenti bracelet - Cleopatra (1963)

A Roma, sul set di Cleopatra, Liz Taylor si innamorò di Richard Burton, dando il via ad una delle storie d’amore più turbolente e leggendarie di Hollywood. Ironico, lui era solito ripetere nelle interviste: "l'unica parola che Liz conosce in italiano è Bulgari" o "io ho fatto conoscere a Liz la birra, lei mi ha fatto conoscere Bulgari". Negli anni, Burton ha regalato alla sua amata gioielli favolosi, ma uno dei più particolari indossati dalla diva dagli occhi viola non si sa da chi sia stato acquistato, ma solo che è stato venduto dal brand italiano nel 1962. Si tratta di un braccialetto d’oro a forma di serpente, decorato con rubini, diamanti e smeraldi. Lo si può ammirare in uno scatto della Taylor fatto negli anni '60 durante le riprese di Cleopatra ed è impossibile non notare come sembri ispirato ai gioielli indossati dall’attrice nel colossal che, invece, erano tutti oggetti di scena creati da Joseff of Hollywood, azienda dietro le più scintillanti creazioni della Golden Age di Hollywood.

 

Ruby necklace - Pretty Woman (1990)

Come in vera favola moderna e romantica, in Pretty Woman Julia Roberts trova l’amore e un guardaroba pieno di abiti da sera e capi eleganti, ma anche una preziosa collana in oro bianco con diamanti e 23 rubini. Realizzato appositamente per il film dall’orafo francese Fred Joaillier, il collier vale circa 1,35 milioni di dollari.

 

Heart of the Ocean - Titanic (1997) 

Il Cuore dell’Oceano è forse il gioiello più famoso della cinematografia contemporanea. Tutti ricordiamo quel diamante da 56 carati dal taglio a forma di cuore e dal colore blu profondo al collo di Rose nelle scene clou del film e, in particolare, quando viene ritratta nuda da Jack, vestita solo con il leggendario collier. Nel colossal di James Cameron si racconta che la collana, prima di venire regalata a Rose dal fidanzato Cal Hockley, fosse appartenuta al re di Francia Luigi XVI, ma, in realtà, non è mai esistita. Durante le riprese, infatti, Kate Winslet indossava una riproduzione non di diamanti, ma di zirconi, realizzata dai gioiellieri londinesi Asprey & Garrard ed ispirata a tre diamanti famosi parte della storia dei reali francesi: il Regent, il Marie Antoniette Bleu e il diamante Hope. Nessuno dei tre viaggiò mai sullo sfortunato transatlantico, ma tutti i fan di Rose e Jack possono continuare a sognare perché al bordo del Titanic pare ci sia stata veramente una storia romantica legata sia ad una pietra preziosa sia ad una coppia di innamorati. Si trattava di una collana con uno zaffiro circondato da diamanti, regalato da Henry Samuel Morley a Kate Florence Phillips, che era assistente in uno dei negozi di dolciumi dell’uomo. Per lei, Morley abbandonò moglie e figlia e la coppia partì da Londra per cercare fortuna in America, ma, proprio come nel film, Samuel trovò la morte durante il naufragio, mentre Kate sopravvisse e conservò il dono per tutto il resto della sua vita.

Nel corso degli anni, Heart of the Ocean è stato replicato più volte, una delle versioni più famose e preziose è stata indossata da Céline Dion agli Oscar del 1998 durante la performance di My heart will go on: un collier con zaffiro di 170 carati contornato da 65 diamanti di forma rotonda, finito all’asta per 2,2 milioni di dollari.

 

Satine necklace - Moulin Rouge! (2001)

Diamonds are a girl’s best friend. Lo cantava Marilyn Monroe in Gli uomini preferiscono le bionde e lo ha ripetuto molti anni dopo anche Nicole Kidman in Moulin Rouge!. Nel film diretto da Baz Luhrmann, il personaggio che interpreta, l'étoile Satine, riceve in dono dal Duca di Monroth un’imponente collana illuminata da 1.308 diamanti montati su platino, con uno zaffiro da 2,5 carati come chiusura. La creazione disegnata dal gioielliere australiano Stefano Canturi si ispira allo stile Luigi XVI, al pizzo traforato, alle pergamene, agli splendidi corpetti di fine ‘800 ed è uno dei gioielli più costosi mai realizzati per il cinema si stima abbia un valore di circa 1 milione di dollari.

 

Isadora necklace - Come farsi lasciare in 10 giorni (2003)

L’outfit più famoso della commedia dei primi anni 2000 Come farsi lasciare in 10 giorni è total yellow. Kate Hudson, nel ruolo di Andie Anderson, indossa uno slip dress di raso giallo che la fashion designer Dina Bar-El ha realizzato ispirandosi alla collana Isadora. Cosa rende questo gioiello di Harry Winston, protagonista di una famosa scena del film, così speciale? Il diamante giallo da 84 carati contornato da un giro di diamanti bianchi dal taglio Wreath. Insieme queste pietre valgono circa 5,3 milioni di dollari.

 

Savoy headpiece - Il Grande Gatsby (2013)

La versione di Il grande Gatsby diretta da Baz Luhrmann è una vera gioia per gli occhi: grandi attori come Carey Mulligan e Leonardo Di Caprio; location sontuose; una colonna sonora con pezzi di Lana Del Rey, The XX e Beyoncé; costumi di Prada e gioielli di Tiffany & Co. Dalla partnership con il famoso brand newyorkese sono nate creazioni meravigliose come l’anello con sigillo a margherita che Gatsby indossa, la collana di perle di Daisy e, soprattutto, la tiara che indossa alla festa organizzata dal personaggio di Di Caprio. Il gioiello che, incarna perfettamente la Jazz Age degli anni ’20 e lo stile delle flapper girls, è stato direttamente ispirato da un design scoperto negli archivi di Tiffany, ricreato utilizzando diamanti e perle di alta qualità. 

 

Toussaint necklace - Ocean’s 8 (2018)

In Ocean’s 8 la banda di ladre ultra-cool capitanate Sandra Bullock deve rubare una preziosissima collana indossata da Anne Hathaway durante il Met Gala: la Cartier Toussaint. Si tratta di una replica, adattata alle proporzioni dell’attrice, del gioiello creato da Jacques Cartier nel 1931 per il Maharaja di Nawanagar. Il pezzo originale, soprannominato "la più bella cascata di diamanti colorati del mondo", includeva diversi diamanti rosa e bianchi, un diamante verde oliva da 12 carati e un diamante bianco-blu da 136,25 carati noto come Queen of Holland che, sfortunatamente, scomparve quando il Maharaja fu esiliato.