Calcola il tuo ascendente

Vedi tutti

Michelle Yeoh, chi è la star di "Everything everywhere all at once"

10 curiosità sulla prima attrice asiatica a vincere l'Oscar come protagonista

Michelle Yeoh, chi è la star di Everything everywhere all at once 10 curiosità sulla prima attrice asiatica a vincere l'Oscar come protagonista

Il pubblico mainstream probabilmente imparerà a conoscerla solo ora che è entrata nella storia del cinema come prima asiatica a vincere un Oscar nella categoria Miglior attrice protagonista, ma Michelle Yeoh ha una lunga carriera alle spalle. Nata nel 1962 a Ipoh, in Malaysia, da genitori di origini cinesi, si è trasferita da bambina in Gran Bretagna dove ha iniziato a studiare e ha sviluppato l’amore per l’arte. Sul grande schermo ha interpretato tantissimi ruoli, spesso eroine forti e carismatiche, ma i riflettori su di lei si sono accesi a fine anni ’90 grazie alla sua partecipazione a 007 Il domani non muore mai e, successivamente, a La tigre e il dragone. Bella e raffinata, si è conquistata il suo posto nel gotha di Hollywood lavorando sodo, film, dopo film, stando lontana dai gossip e dalla cronaca rosa. Se non si parlava di lei per le sue doti di attrice, lo si faceva per il suo stile elegante, senza tempo. Ora che ha da poco superano i 60 anni, sembra, finalmente, raccogliere il meritato successo, collezionando premi, dal Golden Globe all’Oscar e venendo inserita dal Time nelle personalità più influenti del 2022.

Ecco 10 curiosità sulla star di Everything everywhere all at once.

 

È stata una reginetta di bellezza

Quando era poco più che ventenne, la madre la iscrisse al concorso di bellezza per Miss Malaysia. Lei accettò solo "perché non si sarebbe fermata", facendole promettere che avrebbe fatto mai più una cosa del genere. Col senno del poi, la madre fece bene perché Michelle fu eletta Miss Malaysia del 1983 e volò a Londra per rappresentare il paese al concorso Miss World 1983. Quello comunque non fu l'unico titolo vinto, tra gli altri ci sono stati quelli di Miss Moomba e Queen of the Pacific.

 

Voleva diventare una ballerina

Il suo sogno all'inizio non era di fare l’attrice, ma di diventare prima ballerina. Inizia a studiare danza all’età di 4 anni e, una volta a Londra, frequenta la prestigiosa Royal Academy of Dance fino ad ottenere un Bachelor of Arts in danza. Alterna il balletto e la danza contemporanea, ma il suo sogno viene infranto da un incidente alla spina dorsale che le preclude la carriera professionistica. Così pensa di aprire una propria scuola di danza. Le cose cambiano quando vince Miss Malaysia ed inizia a lavorare prima come modella e poi come attrice.

 

Ha debuttato al fianco di Jackie Chan

La leggenda racconta che Dickson Poon, il co-fondatore di D&B Films, stesse cercando un'attrice che apparisse con Jackie Chan in uno spot pubblicitario ed un suo amico gli fece il nome di Yeoh, che aveva vinto il concorso di bellezza Miss Malaysia. Michelle volò a Hong Kong per girare lo spot e si aggiudicò anche un contratto con la D&B Films. Il primo passo di una lunga carriera

 

Non ha mai studiato arti marziali

Nella sua carriera ultradecennale Yeoh è diventata nota per i tanti ruoli, da La tigre e il dragone a Wonder Seven, in cui sembrava un’esperta di arti marziali. Nonostante l’apparenza, l’attrice non ha mai avuto una formazione formale nelle arti marziali. Probabilmente la flessibilità dei suoi studi di ballerina, insieme al training con star d'azione veterane come Dick Wei, le ha permesso di essere credibile sullo schermo nelle scene di combattimento.

 

È stata una Bond girl

Dopo molti tentativi di imporsi a Hollywood, cosa ancora più difficile considerati i pochi ruoli rilevanti che le grandi produzioni affidano alle attrici asiatiche, Michelle ci andò vicina nel 1997 con 007 Il domani non muore mai. Nel film interpreta una Bond girl atipica. Forte, indipendente, intelligente e bella, la sua Wai Lin è più un’alleata alla pari di Bond che l’ennesima conquista. Tanto che nel corso della pellicola salva la vita al personaggio di Pierce Brosnan e ne respinge le avances.

 

Fa parte del franchise di Star Trek e del Marvel Cinematic Universe

Tra i tanti progetti di Yeoh ci sono anche la Marvel e la saga di Star Trek. Dal 2017 al 2020 è stata impegnata nelle prime tre stagioni di Star Trek: Discovery, con il ruolo dell’imperatrice dell'Impero Terrestre nell'Universo dello Specchio e capitano della Flotta Stellare al comando della USS Shenzhou NCC-1227, Philippa Georgiou. Mentre è la “guardiana di una città mistica” di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, primo film del Marvel Cinematic Universe con un protagonista asiatico.

 

Ha una connessione con il mondo della Formula Uno

Da oltre 20 anni Michelle è la compagna di Jean Todt, l'ex AD della Ferrari: la loro relazione è nata nel 2004. Si dice che l’uomo l’abbia notata a Shanghai, a un evento della Scuderia ed abbia chiesto ad un addetto stampa della Ferrari di presentargli quella donna. Da allora i due fanno coppia, anche se Yeoh non ha nemmeno la patente!

 

È buddista

Per Michelle la spiritualità è importante. L’attrice è buddista praticante, come la sua famiglia di origine. Lo ha confessato durante un’intervista a Condé Nast Traveller: “Se sei buddista, praticherai per sempre. Questa è la filosofia! Impari ogni giorno. Inoltre, anche i miei genitori sono buddisti, quindi è qualcosa che è sempre stato nella mia vita”.

 

Ama i viaggi avventurosi

Quando non è sul set, Michelle cerca di viaggiare il più possibile. Basta scrollare il suo profilo Instagram per vedere panorami e natura mozzafiato: dalle foreste lussureggianti alle scogliere.

 

È molto amica di Jamie Lee Curtis

Entrambe hanno trionfato durante gli Oscar 2023, tifando sempre l’una per l’altra. Anche se, pur conoscendosi da tempo, hanno stretto amicizia solo sul set di Everything Everywhere All at Once, Michelle Yeoh e Jamie Lee Curtis hanno un rapporto strettissimo. Come ha raccontato a People, l’attrice malese invia il primo messaggio della giornata proprio alla collega, che reputa una grande fonte d’ispirazione: “Si sveglia molto presto e anche io sono piuttosto mattiniera, quindi finiamo per scambiarci sempre qualche messaggio. Fa il tifo per me. Jamie Lee è una delle persone più generose di spirito che abbia mai incontrato. È sempre presente e condivide tanto. Ma al tempo stesso è una pazzesca star di Hollywood. Per me è già una vincitrice. Lo è sempre stata”