nss G-Club Love Match

Vedi tutti

Lous and The Yakuza è uno dei talenti più interessanti e cool del momento

La cantante belga ha collaborato con tha Supreme e Mara Sattei al remix di "Dilemme"

Lous and The Yakuza è uno dei talenti più interessanti e cool del momento La cantante belga ha collaborato con tha Supreme e Mara Sattei al remix di Dilemme

Dilemme il singolo di Lous and The Yakuza che nel 2019 ha spaccato l’airplay, superando i 10 milioni di stream piazzandosi in testa alla classifica della Viral 50 di Spotify Italia, torna in una nuova versione remix con due guest speciali: tha Supreme e Mara Sattei. La hit che racconta il dilemma tra vivere una vita sociale o una eremitica si arricchisce di due nuove strofe in cui i fratelli Mattei cantano di solitudine, "dilemmi nella testa", "chiudersi dentro un universo" e di un "mare che non trova pace", ma anche di una "bastarda che finge di amarmi" e di fare il "pazzo nel tuo iPhone".

Lous and the Yakuza è il progetto di Marie-Pierra Kakoma, cantante belga di origini congolesi nata nel 1996. Lous è l'anagramma di Soul, Yakuza è un modo per rendere omaggio a tutte le persone che collaborano con lei, credono nella sua musica e la supportano. A poco più ti vent’anni, la giovane promessa della musica trap ha un passato travagliato e un talento che la porterà lontano.

La mia storia è comune a quella di molti immigranti, con storie di guerra e di povertà. Quando sono arrivata con i miei genitori in Ruanda, ho trovato un paese distrutto dal genocidio di 10 anni prima, per me è stato molto duro, ma anche tornare in Belgio è stato difficile. Ho cercato di costruire la mia carriera dopo che mi sono diplomata, ero una ragazza nera senza nessun appoggio e tutte le porte erano chiuse. Ma io ci ho creduto- racconta ed aggiunge - Vorrei descrivermi così: io sono una bella persona che fa musica, un essere umano, una donna black. 

A riconoscere il suo talento per primo è stato Miguel Fernandez,il suo manager, seguito da El Guincho, il producer di Rosalía che ha prodotto, insieme a Ponko, Dilemme e ha partecipato allo sviluppo di Gore, l’album in uscita il 5 giugno 2020. Se la canzone che l’ha fatta conoscere è un gioiello di "urban francese, dove la canzone pop francofona si mischia alla trap", il nuovo lavoro, registrato tra Barcellona, Bruxelles e Parigi, si preannuncia come un mix di trap e ballad francesi, specchio della giovane vita tormentata della cantautrice.

Lous ha una passione per i manga (è anche fan di Dragonball!), ama il folklore, la danza, il linguaggio del corpo e ha una forte spiritualità. Un esempio è il segno grafico, da lei creato, che ha tatuato sulla fronte e rappresenta due braccia che collegano la terra al cielo:

Significa che ho le braccia aperte e lo sguardo rivolto verso l'alto, è un gesto che si fa quando ti succede qualcosa di meraviglioso o quando chiedi aiuto perchè sei triste, ecco io sono tutto questo.

Bellissima e cool, Lous ha conquistato tutti con il suo stile urban che fonde influenze etniche e street, ricordando un po’ icone di stile come FKA twigs ed Erykah Badu. Influenze che si riflettono nello styling di Elena Mottola in occasione dell'ultimo video "Solo" o dei DMA Music Awards. Elena ci racconta di Lous:

È un piacere lavorare allo styling di Lous: è una personalità molto creativa, sempre pronta a provare nuove cose, a sperimentare nuovi stili. È uno scambio continuo di idee, di mood-board, andiamo di pari passo e ci confrontiamo. Lous è un insieme di tanti personaggi diversi, può essere super femminile, indossando un look Chloé o Jacquemus, ma anche esprimere il suo lato più creativo e urban con capi di Dilara Findikoglu, Dipesta, o Y/Project.

Insomma, il mondo della moda si è accorto di lei tanto che Chloé l’ha scelta come modella per la sfilata della sua collezione FW20.