Calcola il tuo ascendente

Vedi tutti

Il ritorno delle acconciature all'indietro

Tra Maria Antonietta e gli anni 2000

Il ritorno delle acconciature all'indietro Tra Maria Antonietta e gli anni 2000

Torniamo per un attimo indietro ai primi anni 2000. Le gemelle Olsen devono ancora scoprire il minimalismo, Marissa Cooper ha appena scaricato Ryan from Cino per una barista interpretata da Olivia Wilde, JLo è ancora Jenny from the Block e tutti noi cerchiamo di strizzarci nei nostri skinny jeans a vita bassissima. Tra i tanti (discutibili) trend che imperversavano all’epoca e sono stati recentemente riscoperti dalla Gen Z ce ne è uno che si sta riaffacciando all’orizzonte: l’acconciatura all’indietro. Chiamatela pouf, poof, bump o ciuffo " a cofana", ma preparatevi a dire addio alla riga centrale e ad arrotolare la frangetta per creare quel piccolo rigonfiamento sulla testa, un nido di capelli che cinguetta Y2K.

La prima a sfoggiare il pouf è la duchessa di Chartres nell'aprile del 1774, ma a far diventare la pettinatura ideata dal parrucchiere Leonard Autié veramente popolare in tutta Europa è la sua cliente più prestigiosa, Maria Antonietta. Ispirate dalla regina di Francia, le signore ne indossano versioni sempre più voluminose, complicate e decorate. L’obiettivo è modellare le chiome in torri altissime, grattacieli che svettino sulla mediocrità altrui eretti da ingegnose impalcature di cuscini, posticci di ogni genere, fili di ferro e pomate ottenute con miscele di grasso animale e profumo. Basta aggiungere una piuma, un ninnolo luccicante e voilà: la magia (o in alcuni casi la tortura, perché certi pouf erano pesantissimi e tanto alti da non entrare nelle carrozze) è fatta. Maria Antonietta si conferma influencer ante litteram ispirando future rivisitazioni del pouf, hairstyle come bouffant o beehive.

Dalla regina di Francia alle sovrane dei red carpet di Hollywood il passo è breve. Nei primi anni 2000 il pouf, in una versione decisamente più minimale, svetta sul capo di Beyoncé, delle gemelle Olsen, di Kate Hudson, di Hilary Duff e di molte altre celeb che lo eleggono match perfetto dei loro outfit fatti di top a farfalla, gonne indossate sopra i pantaloni e set denim on denim. Lo stile Y2K continua oggi ha ispirare la Gen Z che è letteralmente impazzita per questa pettinatura vintage dopo averla vista su Matilda Djerf, l'influencer e imprenditrice di moda diventata un punto di riferimento in fatto di hairstyle con il suo octopus cut che ha raccolto migliaia di ammiratori in tutto il mondo. Così, quando la 26enne ha postato un selfie in cui sfoggiava il pouf, il popolo di TikTok se ne è innamorato immediatamente decretandone il ritorno tra i trend del 2022. Sul social si moltiplicano video che spiegano come fare per realizzarlo e che collezionano le immagini di altre celebrità contemporanee che lo hanno scelto per i propri capelli come ad esempio Bella Hadid, Anne HathawayFlorence PughDevon Lee Carlson o le modelle della sfilata SS23 di Givenchy. Ed è proprio il brand francese a dettare le regole del nuovo pouf che è più largo e piatto di quelli visti in passato.

@addisonre Bring back poofs. Btw where’s my bump it @Kiley Fitzgerald Sway (Sped Up Version) - Michael Bublé
@emma_august_
@erikagrundon #stitch with @addisonre why are they retraumatizing us atleast she looks great with it #2000fashiontriends #poofhair #snooky original sound - Erika Grundon
@chuckscloset #stitch with @leajoanie just wait til gen z finds the bump-its #thebump #curtainbang #curtainbangs #quarantinebangs #hairstylistsoftiktok I Knew You Were Trouble (Taylor's Version) - Taylor Swift

Ora sta a voi scegliere se riscoprire il pouf e, in caso positivo, quanto in alto andare. Ispirandovi a Priscilla Presley potete puntare in direzione del cielo, restare con volumi intermedi più primi anni 2000 o dare giusto un accenno di cotonatura come vogliono le ultime tendenze. Tutto quello che ci resta da sapere è: come realizzare il pouf perfetto. La tecnica è a prova di beauty imbranato (nonostante quello che vorrebbe farci credere TikTok non tutti siamo mua e hairstyle professionisti). Per prima cosa decidiamo se lasciare il resto dei capelli sciolti, fare una treccia o una coda. Poi prendiamo una sezione di capelli di circa 2-3 centimetri di larghezza dal centro dell'attaccatura dei capelli. Una volta raccolta una piccola sezione triangolare, la attorcigliamo su se stessa e spingiamo delicatamente all'indietro verso il viso per accentuare l'effetto curvo (più o meno, a seconda delle preferenze). Quindi, la fermiamo con una mollettina. Ci si può aiutare con qualche spruzzata di uno spray texturizzante vicino alle radici e, se vogliamo qualcosa di più speciale, possiamo, invece di usare una hairpin semplice, scegliere un fermaglio particolare o un fiocco tres chic.