ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

Gli anni Duemila ritornano anche in passerella

Dal glamour pop di Nicola Brognano per Blumarine al debutto di Glenn Martens per Diesel

Gli anni Duemila ritornano anche in passerella Dal glamour pop di Nicola Brognano per Blumarine al debutto di Glenn Martens per Diesel
MSGM Resort 2022
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Chet Lo
Chet Lo
Chet Lo
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
MSGM Resort 2022
Masha Popova
Masha Popova
Masha Popova
Masha Popova
Mara Hoffman Pre-Fall21
Mara Hoffman Pre-Fall21
KNWLS
KNWLS
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Area Fall20
Area SS21
Courtesy of Diesel
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Courtesy of Diesel
MSGM Resort 2022
Versace
Versace
Versace Credits: Theo Sion
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel

Giunti ormai a metà dell'anno corrente, lo possiamo dire: il 2021 si aggiudica il titolo di anno della nostalgia e dei grandi ritorni. E non stiamo parlando soltanto della rinnovata love story dei Bennifer o dell'arrivo dei tanto attesi reboot di serie TV storiche come Sex & The City e Gossip Girl (oltre alla recente Reunion di Friends), ma del ritorno di riferimenti all’estetica degli anni Duemila nella moda. Basti pensare che l’hashtag #Y2K presenta attualmente oltre 2,2 miliardi di visualizzazioni su TikTok. Lo stile Y2K è quello nato alla fine degli anni '90 e che si è evoluto andando a riflettere i cambiamenti sociali, tecnologici e culturali dell'intera decade.

Ma da dove arriva l'ispirazione oggi? La Gen Z viene influenzata dalle icone del passato nel ricreare uno stile da "Y2K baddie" grazie ai riferimenti alla cultura pop di account come @2000sanxiety, che ci riportano indietro nel tempo in un viaggio nostalgico fra le icone che hanno segnato quegli anni, da Britney Spears a Rihanna, da JLo a Paris Hilton.

La moda è ciclica, si sa, così come le tendenze che nascono, spariscono e ritornano dopo anni più forti che mai nelle loro nuove versioni contemporanee. Se fra i beauty trend revival del momento sono gli anni '70 e '90 a trionfare, soprattutto in fatto di hairstyle fra mullet e treccine, Fawcett Flip e frangia a tendina, è la moda controversa degli anni Duemila a farsi strada sulle passerelle e fra gli street style di celebrity e influencer.

Jeans a vita bassa e pantaloni baggy, mesh top, mini-skirt, gonne asimmetriche, top arricciati e glitterati sono fra i trend che ritornano da quell'epoca, insieme ad item iconici come la Saddle bag di Dior e borse baguette, gli occhiali da sole a mascherina o con le lenti colorate, i top farfalla di Versace. Tutti questi trend, per arrivare ai fashionistas della Gen Z (molti dei quali nei primi anni 2000 non erano ancora nati...), sono inevitabilmente passati dai look di star, artiste, celeb contemporanee che hanno fatto dello stile revival anni Duemila la propria firma. Da Kali Uchis a Jorja Smith, da Bella Hadid a Dua Lipa.

La forza di queste tendenze deriva proprio dal potere delle maison di moda di influenzare il nostro stile con le loro ultime collezioni, facendo così diventare i trend anni 2000 un po' come quell'ex che ci eravamo ripromessi di non rivedere mai più e invece continua a ritornare, ciclicamente, nelle nostre vite. Così come i thong a vista o i pantaloni a vita bassa

Soffermandoci sulle ultime Fashion Week, si nota subito che sono molti i marchi ad aver ripreso dettagli di stile e ispirazione dai look delle icone anni Duemila. In particolare brand e designer emergenti come Charlotte KnowlesChet Lo e Masha Popova, o giovani direttori creativi che si sono ritrovati il compito di ravvivare e rinfrescare una storica maison con idee fresche e accattivanti. Come nel caso di Nicola Brognano per Blumarine e Glenn Martens per Diesel. Il primo ha reinterpretato i codici del brand in chiave provocante, glamour e moderna con colori vibranti e dettagli ispirati alla moda anni Duemila e ai look delle icone di quel periodo, rendendoli attuali; Il secondo ha unito “lifestyle, denim, fun & fashion" creando un equilibrio perfetto fra l'heritage del brand e il suo futuro.
Così da Area a MSGM, da Versace a KNWLS, la moda sembra essersi accorta della nostra nostalgia per lo stile della prima decade del nuovo millennio, aggiungendo alle proprie collezioni quel twist giocoso e ironico che solo lo stile Y2K sapeva trasmettere.

Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Courtesy of Diesel
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Blumarine
Chet Lo
Chet Lo
Chet Lo
Masha Popova
Masha Popova
Masha Popova
Masha Popova
KNWLS
KNWLS
Versace
Versace
Versace Credits: Theo Sion
Area Fall20
Area SS21
MSGM Resort 2022
MSGM Resort 2022
MSGM Resort 2022
Mara Hoffman Pre-Fall21
Mara Hoffman Pre-Fall21