nss G-Club Love Match

Vedi tutti

Crown Affair: quattro elementi essenziali per la cura dei capelli

Il nuovo brand da inserire subito nella vostra hair-care routine

Crown Affair: quattro elementi essenziali per la cura dei capelli Il nuovo brand da inserire subito nella vostra hair-care routine

Fondato dalla magnate del marketing e della pubblicità Dianna Cohen, in precedenza da Into The Gloss ed elencata tra i “30 under 30” di Forbes 2019, il nuovissimo marchio per la cura dei capelli Crown Affair ha una missione precisa:  reinventare la nostra haircare routine con elementi essenziali, lussuosi ma accessibili. Una gamma di quattro prodotti tra cui una spazzola per capelli, un pettine, un olio e un asciugamano (che noi adoriamo già) che possono essere utilizzati insieme o singolarmente. 

La spazzola, fatta a mano in Italia, è perfetta per tutti i tipi di capelli; le setole di cinghiale stimolano il cuoio capelluto e aumentano il volume della chioma. L'elegante pettine in tartaruga è perfetto per districare i capelli delicati e bagnati senza causare rotture. Infine, l'olio mescola ingredienti giapponesi tradizionali e moderni, tra cui olio di semi di tsubaki, per trattenere l'umidità e proteggere i capelli dallo styling. Incorporando un approccio super clean alla cura dei capelli, Crown Affair non usa mai solfati, parabeni e altri ingredienti dannosi nei suoi prodotti.

Ma veniamo ora al nostro prodotto preferito: l’asciugamano da utilizzare dopo il lavaggio e prima dell’asciugatura, perfetto per prevenire l’effetto crespo. Ciò che più ci piace è l’elastico posto sul retro, utile per creare il famoso turbante senza il rischio che si sfasci in continuazione mentre ci muoviamo. Inoltre, considerando che i capelli bagnati sono meno resistenti e più inclini alla rottura, utilizzare un normale asciugamano di cotone potrebbe causare ulteriori danni alla chioma, meglio quindi optare per asciugamani in microfibra. 

Crediamo che la cura dei capelli inizi proprio con l’amarli e il comprendere in che modo poterlo fare senza rovinarli. Ogni prodotto che realizziamo è infatti sviluppato per lavorare in sinergia con qualsiasi altro dei nostri prodotti in gamma, in modo che insieme formino un vero e proprio rituale, afferma la fondatrice Dianna Cohen. Abbiamo collaborato strettamente con artigiani e chimici in tutto il mondo per creare prodotti unici che le nostre clienti ameranno utilizzare ogni giorno.

Crescendo ho trasformato la cura dei miei capelli in un rituale. È diventata una vera e propria abitudine fatta di azioni quotidiane che tutti dovremmo fare per ottenere dei risultati duraturi. La cosa che più mi ha aiutata nel creare la mia routine personale è stato parlare con altre persone di ciò che funziona e ciò che invece è inutile. Così, quando gli amici hanno iniziato a chiedermi di più sui miei capelli (sempre splendenti) ho condiviso tutto ciò che sapevo e ho imparato tutto ciò che potevo. L’haircare routine è diventato il mio hobby e un nuovo punto di connessione con gli altri. Presto divenne chiaro che mentre le persone con cui parlavo erano estremamente diverse tra loro, le domande che ponevano erano spesso radicate negli stessi problemi: la maggior parte delle persone non capiva davvero i propri capelli e investiva in prodotti a prezzo da salone senza grandi risultati. Dentro di me, sapevo che doveva esserci un modo per mettere in contatto le persone con i prodotti che desideravano, con la guida che cercavano e che li aiutasse a ridefinire il loro rapporto con i capelli. Così ho ideato Crown Affair per realizzare prodotti ispirati da persone reali pensati per persone reali.

Last but not least, tutti i prodotti del brand sono stati realizzati in modo sostenibile e sono destinati all'uso per un lungo periodo. Infine, anche i materiali di imballaggio Crown Affair sono riciclabili, riutilizzabili e compostabili.

Scoprite di più qui e seguite Crown Affair su Instagram