ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

Tiffany & Co. ha svelato il suo gioiello più costoso di sempre

Presentata durante il Dubai Blue Book, la collana World's Fair ha un valore compreso tra i 20 e i 30 milioni di dollari

Tiffany & Co. ha svelato il suo gioiello più costoso di sempre Presentata durante il Dubai Blue Book, la collana World's Fair ha un valore compreso tra i 20 e i 30 milioni di dollari
Credits by CHELSIE CRAIG/WWD
Credits by CHELSIE CRAIG/WWD

Tiffany & Co. continua a far parlare di sé. Stavolta al centro dell’attenzione c’è la lussuosa e raffinata gioielleria che ha reso la compagnia americana leggendaria. Domenica sera a Dubai, durante la quarta tappa del Blue Book, l’evento itinerante con cui mostra le migliori creazioni dell’anno, Tiffany ha presentato il suo gioiello più costoso di sempre: la collana World's Fair. A renderla così speciale, sono 578 diamanti, insieme a 353 pietre tonde brillanti e 224 baguette tagliate su misura (un totale di 180 carati in diamanti), tutti incastonati nel platino. Il più prezioso si trova al centro del pezzo ed un diamante di forma ovale da 80 carati, di colore D e internamente perfetto, chiamato The Empire Diamond, un piccolo omaggio a New York City, la città natale del fondatore Charles Lewis Tiffany

Credits by CHELSIE CRAIG/WWD
Credits by CHELSIE CRAIG/WWD

Il design si ispira ad una collana che Tiffany realizzò per la Fiera Mondiale del 1939, che, nonostante nello schizzo originale avesse al centro un diamante molto grande, venne realizzata usando una pietra di acquamarina da 200 carati e 429 diamanti. Il prezzo era di 28.000 dollari (che equivalgono a circa 557.000 dollari al valore odierno). La nuova versione di World's Fair Necklace, invece, si stima costi tra i 20 e i 30 milioni di dollari e sia il pezzo più costoso nella storia della famosa gioielleria, ad eccezione del Diamante Tiffany da 128,54 carati, che però non è in vendita ed è ritenuto "senza prezzo".

Chi avrà la fortuna di acquistare questo gioiello, avrà per tutta la vita a disposizione un gioielliere di Tiffany per convertire il pezzo da collana ad anello (e viceversa), semplicemente smontando il diamante Empire che è non solo una pietra preziosissima e rara, ma responsabile. Infatti la sua origine è completamente tracciabile: il diamante è stato estratto in Botswana, tagliato e lucidato in Israele e incastonato nel laboratorio di Tiffany a New York City.