ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

Jacquemus potrebbe lanciare una linea beauty entro il 2022

Secondo i rumors, il brand francese sta per portare la sua accattivante estetica mediterranea nel settore beauty

Jacquemus potrebbe lanciare una linea beauty entro il 2022 Secondo i rumors, il brand francese sta per portare la sua accattivante estetica mediterranea nel settore beauty
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus

A Jacquemus non bastano un fatturato superiore ai 25 milioni di euro, 3,8 milioni di follower su Instagram e fan come Kendall Jenner e Rihanna che impazziscono per ogni sua creazione, dalla Chiquito bag al cardigan La Maille Pralù. L’azienda francese si avvicina sempre più a diventare un vero e proprio lifestyle brand, proponendo non solo abiti, accessori e gioielli, ma anche make-up e cosmetici. Secondo quanto riportato da WWD, infatti, Jacquemus starebbe per entrare nel settore beauty e avrebbe firmato un accordo con Puig, casa di moda e profumi spagnola che grazie al suo efficace approccio ha già lavorato con Paco Rabanne, Carolina Herrera, Jean Paul Gaultier, Nina Ricci, Dries Van Noten e altri importanti brand. Anche se non ci sono conferme ufficiali da nessuno dei due partner, pare che i primi prodotti (ancora top secret) dovrebbero arrivare nei negozi entro il 2022.

@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus

L’estetica mediterranea che ha reso iconico il mondo di Simon Porte Jacquemus sembra fatta apposta per essere applicata al beauty. È fin troppo facile immaginare come prima campagna una spiaggia selvaggia del sud della Francia ed il corpo nudo di una bellissima modella con in evidenza i segni del costume lasciati dal sole. Anche per i prodotti possiamo ipotizzare profumi, creme per il corpo, tonici e rossetti con alla base ingredienti eco-friendly di origine provenzale, come il sapone di Marsiglia, l’olio d’oliva, i fiori di campo, la lavanda ed il grano, già protagonisti delle sfilate e dell’immaginario del brand. 

@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus
@jacquemus

Prima di dedicarsi alla bellezza, il designer aveva già aperto un negozio di fiori pop-up, realizzato una linea di ceramiche e aveva sperimentato con il catering con Citron, il suo caffè in stile provenzale aperto all'interno di Galeries Lafayette sull'Avenue des Champs-Élysées in collaborazione con Caviar Kaspia e il pasticcere Cedric Grolet. Quale sarà la prossima mossa?