Vedi tutti

5 rimedi home-made per l'hangover

Rimedi e cure per chi decide di passare le giornate in lockdown fra spritz e gin tonic

5 rimedi home-made per l'hangover Rimedi e cure per chi decide di passare le giornate in lockdown fra spritz e gin tonic

Inutile tacere i party diurni. È anche più lecito fare casino alla luce del sole. Più divertente.
Pranzi infiniti, colazioni alcoliche, cene inutili. Ma le 22 non bastano per alleviare i postumi di intere giornate tra spritz e gin tonic.
La mattina dopo ci si sveglia comunque reduci. Stanchi, sfiniti… ma vivi. E se fuori piove, ancora meglio.

Tutto è perfetto tranne che per un microscopico dettaglio: i postumi e l'hangover. Il dentifricio profuma di Schweppes e il caffè latte sa di vodka sour, portando anche un po' di nostalgia nei ricordi di serate passate a ballare all night long.

Le uova non funzionano mai e l’acqua è digeribile soltanto se stemperata con Oki doppio. Ma anche se molti di voi non lo sanno, esiste un rimedio. Anzi più di uno. Procediamo in ordine cronologico. Ma se preferite anticipare lo shopping allo yoga, siete liberi di farlo comunque.

 

1. Praticare yoga detox

Dura solo pochi minuti ma è essenziale. Una sessione di Yoga fatta di torsioni andrà a “strizzarci”, dandoci la possibilità di eliminare le tossine della sera prima. Successivamente, è consigliato provare a bere qualche litro d’acqua (oppure the verde, tisane disintossicanti,… non importa, basta che non sia prosecco). Sara Bigatti è stata tra le prime insegnanti di Yoga in Italia a portare l’insegnamento di questa disciplina via web. Sul suo canale You Tube troverete un sacco di video molto interessanti per un primo approccio alla pratica. Nel frattempo, vi lascio “Yoga - Esercizi per disintossicare il nostro corpo!".

 

2. Bere succo di mela e limone

Indispensabile per la disintossicazione del fegato.
Il succo di mela è facilmente recuperabile (senza zuccheri, mi raccomando) in diversi supermercati. Ma se avete la possibilità di preparare un estratto fresco fresco, è decisamente preferibile. 
Per una settimana, fino al prossimo venerdì, vi consiglio di berne un bicchiere al giorno con l’aggiunta di mezzo limone. Sempre a stomaco vuoto e prima di colazione.
Poi si ricomincia.

 

3. Ascoltare un podcast

Si, esercizio importantissimo anche questo.
Uscire a fare due passi all’aria aperta vi aiuterà ad alleviare il senso di nausea e i sensi di colpa.
Brezza mattutina per il voltastomaco, podcast per i rimorsi da hangover.
"Troie radicali” di Tea Hacic è una forma di meditazione: semplicemente la vita scorre, e riderci sopra è un buon modo per prenderne atto. Divertirsi è esistenza, e poi è bellissimo. Figure di merda? Parte del gioco. Un’ora di vitamina D, luce, vento e Tea.
Oppure, optate per "Philosophy and The City" di Giada Biaggi, per un'infusione di storia della filosofia mixata a un po' di sana cultura pop.

 

4. Shopping online

Fondamentale sapere cosa indossare.
La nostra pelle non riveste semplicemente il nostro corpo ma esplica due importantissime funzioni: la nutrizione e l'eliminazione. La pelle è una struttura assorbente che alimenta il corpo e garantisce contemporaneamente l'eliminazione delle scorie insieme a reni, intestino, fegato e polmoni. Ostacolare le funzioni della pelle significa quindi ostacolare la nostra salute. La lana, il lino, il cotone e tutti gli altri tessuti di derivazione naturale si accordano ai nostri ritmi energetici. Quando siamo a contatto con materiali naturali le energie scorrono senza tensioni regalandoci benessere e piacere.

Se invece indossiamo fabbricati artificiali possono mettersi in atto dei veri e propri "cortocircuiti energetici". Il crepitio o le scintille prodotte mentre ci sfiliamo un maglione sintetico, specie se la giornata è secca, sono una dimostrazione delle cariche elettrostatiche che si possono accumulare in presenza di tessuti acrilici, suole di gomma o mobili in poliuretano. Se siamo irritabili, tesi e stressati sicuramente tali materiali contribuiscono ad aumentare stati nervosi, specie se indossati a diretto contatto col corpo o se presenti in camera da letto (luogo adibito al riposo e alla ricarica energetica).

E a questo proposito, ci sono sconti molto interessanti sul sito di COS. Meglio portarsi avanti per il prossimo outfit da day after.

 

5. Skincare

Prima parola d'ordine: SGONFIARE il viso gonfio con i beauty roller.
Il rullo di giada (da tenere in freezer per massimizzare leffetto) serve per stimolare il sistema linfatico, drenare i liquidi ed eliminare le tossine. Iniziate a massaggiare dal centro del viso e muovetevi verso lesterno.

Come secondo step: SCRUB e MASCHERA.
Per le più volenterose, un dolce scrub per pulire a fondo la pelle e rigenerarla. Miele e zucchero andrà benissimo. La pelle tornerà luminosa e idratata.
Dopodiché, applicate la maschera dell'Estetista Cinica “Brightening Eye Mask” / contorno occhi schiarente e decongestionante a base di estratto di semi di quinoa. Si tiene in posa 15 minuti e non si sciacqua.

Infine, OCCHIALI DA SOLE. Ultimo ma non per importanza.
Non c’è scampo. Almeno questo, ai vostri cari, glielo dovete.