nss G-Club Advent Calendar 2020

Vedi tutti

Chanel coltiva la bellezza

La Maison ci porta in viaggio tra i suoi "laboratori a cielo aperto"

Chanel coltiva la bellezza La Maison ci porta in viaggio tra i suoi laboratori a cielo aperto

CHANEL svela i segreti dei suoi trattamenti di bellezza e ci porta in giro per il mondo per scoprire piante e fiori bellissimi e preziosi, le materie prime che rendono speciali le creme ed i profumi della Maison. Dal Africa all’Europa, passando per l’America Latina, i laboratori a cielo aperto del brand sono vere e proprie filiere vegetali d’eccellenza, centri di ricerca, coltivazione e sperimentazione botanica dove vengono creati gli ingredienti naturali esclusivi che entrano a far parte della composizione dei trattamenti skincare CHANEL.

Fin dalla creazione del profumo CHANEL N°5 nel 1921Gabrielle Chanel ha coltivato la bellezza. Per le sue essenze e per i suoi cosmetici si è sempre lasciata ispirare dalla natura, scegliendo con attenzione, rispetto e trasparenza le migliori materie prime disponibili. Per questo la sua è stata una delle prime case di moda ad avviare, nel 1987, una collaborazione con il maggior produttore di fiori di Pégomas che mette a sua disposizione le rose e i gelsomini più belli e odorosi.

Scopriamo così l’origine tre dei componenti principali della linea Sublimage: l’estratto di Anthillys e di Solidago, che vengono coltivati sulle Alpi francesi, e gli agenti esfolianti della linea, che arrivano dai semi della Vanilla Planifolia del Madagascar. Se prima questa vaniglia veniva scelta dal Laboratorie Parfums per le sue qualità olfattive, dal 2000, grazie alle proprietà anti-age delle sue molecole, è usata anche nei prodotti per la cura della pelle. 

Nel 2013 il team di ricerca CHANEL ha scoperto le straordinarie proprietà di un caffè della Costa Rica, eccezionalmente ricco di molecole antiossidanti che vengono usate nella linea di prodotti Bleu Serum. Le sue ciliegie vengono raccolte e fatte essiccare al sole secondo un metodo tradizionale; mentre i semi verdi, pressati a freddo, producono un olio dal principio attivo altamente protettivo.

E la Camelia? Il fiore preferito da Mademoiselle Chanel, elemento fondamentale della linea Hydra Beauty, sboccia nel sud-ovest della Francia, dove viene coltivata nel pieno rispetto dell’ambiente e senza l’impiego di sostanze chimiche.