Love Match Celebrities Edition

Vedi tutti

5 mostre da vedere a Milano questo weekend

Dalla riflessione sulla moda di Memos, alle esposizioni dei celebri fotografi Ren Hang e Peter Lindbergh

5 mostre da vedere a Milano questo weekend Dalla riflessione sulla moda di Memos, alle esposizioni dei celebri fotografi Ren Hang e Peter Lindbergh

La prima metà di settembre è passata, sono iniziate le settimane della moda e la Milano Fashion Week è dietro l'angolo. Quest'anno però non sarà il solito periodo frenetico, alla ricerca di eventi, feste e after party.

L'ideale è approfittare di questo maggiore tempo libero esplorando la città, ora che negozi, cinema e musei riaprono, e non mancano i posti interessanti da visitare. Così nss G-Club ha fatto una selezione delle 5 mostre da non perdere a Milano questo weekend. Da prenotare subito!

 

1. REN HANG: Photography - FONDAZIONE SOZZANI

Ren Hang, scomparso nel 2017 a soli 29 anni, è il fotografo che ha meglio raccontato la gioventù cinese contemporanea, libera e sincera, lontana da stereotipi e dai tabù, attraverso tematiche come il rapporto uomo-natura, le relazioni, il corpo umano e il nudo. Per la prima volta a Milano, presso la Fondazione Sozzani, la mostra Ren Hang: Photography espone oltre 80 fotografie dell'artista, ripercorrendone l'evoluzione dagli inizi fino alla popolarità.

13 Settembre - 29 Novembre 2020
Fondazione Sozzani
Corso Como 10, Milano

 

2. MEMOS: A proposito della moda in questo millennio - MUSEO POLDI PEZZOLI

La mostra Memos: A proposito della moda in questo millennio è stata inaugurata al Museo Poldi Pezzoli poco prima dell'inizio del lockdown, ed è ora estesa fino al 28 settembre (restano ancora pochi giorni per visitarla!). Ideata e curata da Maria Luisa Frisa - critica e direttrice del corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali all’Università Iuav di Venezia - in collaborazione con la Camera della Moda, la mostra è un’ampia riflessione sul concetto stesso di mostra di moda, non solo come insieme di abiti, ma come racconto dell’intero sistema, in cui parole e immagini che li raccontano sono altrettanto protagonisti. Da Gucci di Alessandro Michele, a Prada e Balenciaga, per ogni capo è determinante conoscerne il contesto e il messaggio trasmesso.

21 Febbraio – 29 Settembre 2020
Museo Poldi Pezzoli 
via Manzoni 12, Milano

 

3. Heimat. A sense of belonging - ARMANI SILOS

Peter Lindbergh non ha bisogno di presentazioni. Heimat. A Sense of Belonging presenta un’ampia selezione dell’opera di Lindbergh, percorrendo vari decenni del lavoro del fotografo, ed è curata personalmente da Giorgio Armani in collaborazione con la Fondazione Peter Lindbergh. Incentrata sugli aspetti noti e meno noti del lavoro di Lindbergh, si sviluppa come un movimento in tre sezioni: il punto di vista unico del fotografo, la sua idea di spazio e di bellezza, la sua estetica inconfondibile e le sue fonti di ispirazione, che si svelano in un viaggio che va oltre l’idea della fotografia di moda.

22 Febbraio 2020 - 10 Gennaio 2021
Armani/Silos
via Bergognone 40, Milano

 

4. Andando Via. Omaggio a Grazia Deledda - MUDEC

Al Museo delle Culture di Milano, meglio conosciuto come Mudec, è stata inaugurata venerdì 11 settembre la mostra “Andando via. Omaggio a Grazia Deledda”, inserita ne "I talenti delle donne”, palinsesto culturale 2020 del Comune di Milano. Fino all’11 ottobre, si possono scoprire i disegni di Maria Lai, la letteratura di Grazia Deledda, e i ventidue arazzi tessuti dalle sapienti mani delle tessitrici di venticinque laboratori tessili di Sardegna. Insieme agli arazzi, l’esposizione ospita anche i ritratti delle tessitrici realizzati dal fotografo Daniele Brotzu e un documentario del progetto del regista Francesco Casu.

11 Settembre - 11 Ottobre 2020
Mudec - Museo delle Culture
via Tortona 56, Milano

 

5. Inge Morath. La vita. La fotografia - MUSEO DIOCESANO

Una retrospettiva dedicata alla celebre fotografa austriaca Inge Morath, la prima donna a essere accolta nell’agenzia Magnum Photos. Oltre 150 immagini e documenti originali, narrano il cammino umano e professionale di Inge Morath, dagli esordi al fianco di Ernst Haas ed Henri Cartier-Bresson fino alla collaborazione con famose riviste come Picture Post, LIFE, Saturday Evening Post e Vogue. Il percorso espositivo presenta alcuni dei suoi reportage di viaggio più importanti, che Inge preparava con cura maniacale, studiando la lingua, le tradizioni e la cultura di ogni paese che visitava.

19 Giugno - 1 Novembre 2020
Museo Diocesano Carlo Maria Martini
piazza Sant’Eustorgio 3, Milan