ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vedi tutti

Cosa non dire a una donna l'8 marzo

(E tutti gli altri giorni dell'anno)

Cosa non dire a una donna l'8 marzo (E tutti gli altri giorni dell'anno)

E' arrivata, inesorabile e temutissima come tutti gli anni, la giornata internazionale dedicata alla Festa della Donna. Mentre cercate un fiorista aperto - Coronavirus permettendo - per prendere un mazzo di mimose per la vostra ragazza, mamma, amiche, zie, nonne, vicine di casa, l'8 marzo può essere un buon momento per farsi un piccolo esame di coscienza, dico a voi maschietti ma anche a voi ragazze. Se noi donne abbiamo ancora tanto su cui lavorare, come ad esempio capire come collaborare ed essere solidali tra noi, voi uomini avete altrettanto, se non di più, da fare. 

Scrollando tra Instagram e Facebook la mattina dell'8, questa è una breve e apocalittica previsione di quello che potreste trovarvi davanti. Sarà un susseguirsi di post di fuck boys o aspiranti tali - li riconoscete dall’addominale scolpito ma non prepotente, mascella importante e barba misurata col righello - che rendono omaggio alle donne della loro vita: le mamme. Dichiarano che è grazie a loro se sono diventati gli uomini che sono, le ringraziano, le chiamano regine, scrivono che hanno imparato il rispetto per le altre donne grazie a lei (che poi nell’80% dei casi sono anche gli stessi che non si vogliono mettere il preservativo, ma questo è un altro discorso). Fateci caso, e se domenica vedrete effettivamente quello che ho appena descritto sarà bene fare una bella e approfondita pulizia contatti. 

Dato che oggi come non mai questa giornata sarà un terreno su cui è molto facile fare scivoloni - e rimanerci secchi -, quelle che seguono sono un paio di dritte su come uscirne vivi evitando insulti e blocchi, provando a rimanere illesi mentre fate lo slalom tra mille argomenti delicati. In generale questi consigli sarebbero da tenere a mente tutti i giorni del mese e dell’anno, non solo l’8 marzo, perché è troppo facile arrivare preparati il giorno dell’interrogazione, ci sono anche i compiti in classe a sorpresa :) 

#1 "Non solo sono femminista, ma penso che le donne siano anche superiori rispetto agli uomini" 

Esagerati, vogliono strafare, impressionarti. Se osi chiedere qualche spiegazione in più parte un mansplaining che neanche Amadeus per decrivere quanto sei bella. Tutto questo sbandierare di solito nasconde una verità ben diversa, quindi state attente. 


#2 "Send nudes?"

Dal 1 gennaio al 31 dicembre forse una delle frasi più digitate ed inviate dal genere maschile, ad ogni latitudine e in qualsiasi stagione. State tranquilli che se abbiamo voglia di mandarvi una foto hot non ci facciamo problemi, ma decidiamo sempre noi come e quando, preferibilmente quando c'è più possibilità che smattiate vedendola. Diaboliche. 

#3 "Mi hai fatto perdere tempo" 

Di solito questa dichiarazione arriva sotto forma di messaggio, raramente viene detta a voce. E' la prima e irrefrenabile reazione dell'uomo quando la donna gli dice che non ci sta, sotto varie forme: che non vuole salire a casa sua dopo una cena, quando dopo una settimana lei ammette che lui non è il suo tipo, quando dopo diversi appuntamenti cancellati e scuse più o meno plausibili, lei infine rivela che non vuole più vederlo. Gli scenari possono essere molteplici, e per quanto è innegabile che la comunicazione da parte della donna abbia bisogno di netti miglioramenti, questa frase nella mente femminile si traduce sempre in un 'Sai quante tipe mi sarei potuto scopare in questo periodo mentre invece stavo dietro a te?'. Brutto da entrambe le parti.

 

#4 "Sei venuta?" 

"Ti assicuro che se fossi venuta te ne saresti accorto, eccome", la risposta che vorremmo darvi, ma che siamo troppo educate per pronunciare. Forse basterebbe un pochino più di impegno da parte vostra e ve ne accorgereste subito anche voi. Non abbiamo né tempo né bisogno di low dick energy quest'anno, just saying

#5 "Scusa se sono sparito ma..."

L'inizio del messaggio con cui provano a spiegarti perché sono spariti nel nulla, evaporati, dispersi, per le ultime quattro settimane, dopo che sembrava andare tutto per il meglio, e soprattutto dopo che in tutto questo tempo hanno continuato a metterti like e a guardarti le Stories. Tireranno fuori questioni di lavoro, problemi famigliari molto gravi, questioni irrisolte con amici ed ex che non potevano più aspettare, insomma proprio non potevano far altro che comportarsi così. Lasciali strisciare, disse una saggia una volta.  

 

Illustrazioni by Ilaria Colombo in esclusiva per nss G-Club.