Love Match Celebrities Edition

Vedi tutti

Il beauty brand che ha detto no al Black Friday

Deciem chiuderà store e sito proprio in occasione del Black Friday

Il beauty brand che ha detto no al Black Friday Deciem chiuderà store e sito proprio in occasione del Black Friday

-3 al Black Friday. Il più grande evento di shopping online sta per tornare e i carrelli virtuali di milioni di utenti sono già pieni di prodotti salvati, pronti a essere acquistati allo scoccare della mezzanotte di venerdì 29 novembre. Senza parlare poi degli organizzatori seriali che useranno il Black Friday per risolvere in un colpo solo l’annoso problema regali di Natale. 

In realtà non proprio tutti sembrano apprezzare questa giornata, incarnazione del consumismo occidentale: già da diversi anni brand più o meno noti hanno iniziato a ribellarsi alla corsa agli acquisti, rifiutandosi di effettuare scontistiche sulla propria merce prima del canonico periodo dei saldi. Primo tra tutti Patagonia che già nel 2011 comprò un’intera pagina del New York Times per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla follia collettiva a cui il Black Friday iniziava a dare adito.

Quest’anno è stato un brand icona del mondo beauty a scegliere di fare qualcosa di davvero rivoluzionario, parliamo di Deciem che si autoproclama THE ABNORMAL BEAUTY COMPANY. Ed è veramente anormale la scelta di offrire uno sconto del 23% su tutti i prodotti, per tutto il mese di novembre, eccetto il Black Friday appunto, giornata in cui sia il sito che gli store ufficiali saranno invece chiusi. L’invito è quindi ad effettuare acquisti “lenti” e, soprattutto, consapevoli.

Come dichiarato in un post sull’account Instagram ufficiale

L'iper-consumismo rappresenta una delle maggiori minacce per il nostro pianeta, e le flash sale portano spesso a decisioni di acquisto affrettate, guidate dalla paura di trovare un prodotto esaurito. Non pensiamo più che il Black Friday sia un evento a misura di consumatore, e per questo motivo abbiamo deciso di chiudere il nostro sito web e i nostri store per un momento di “nulla” assoluto, proprio il 29 novembre. 

Gli scorsi anni il Black Friday di DECIEM ha rappresentato per alcuni dei nostri clienti l'opportunità di risparmiare, ma su pochi prodotti e per linee selezionate. L'anno scorso solo 16 prodotti sono stati effettivamente scontati, tutto è andato esaurito molto in fretta e molti di voi non sono riusciti a completare i propri acquisti (ci scusiamo ancora per tutto questo). Siamo fermamente convinti che le decisioni relative alla cura della propria pelle debbano essere basate su una corretta informazione ed educazione, anzichè sull'impulso del momento e speriamo che una promozione della durata di un mese possa dare a tutti il giusto tempo per ricercare, riflettere ed eventualmente decidersi ad acquistare. 

La storia di Deciem è ricca di successi e qualche fallimento, ma il gruppo da anni staziona ai vertici della classifica dei brand di skincare più amati e questo nonostante i guai e il successivo allontanamento del suo eccentrico fondatore Brandon Truaxe, scomparso all’inizio dell’anno in circostanze ancora poco chiare.  

Nato nel 2013 in Canada con l’ambizioso intento di rivoluzionare il mondo della cosmesi, il brand è riuscito nel suo intento andando a isolare i componenti e i principi attivi essenziali alla base dei prodotti di bellezza. Questo, in combinazione con un budget di PR e marketing che rasenta lo zero (in Europa infatti Deciem è ancora poco conosciuto, motivo in più per iniziare a provarlo), ha permesso un notevole risparmio sul prezzo dei prodotti finali e la creazione di una vastissima offerta, per una beauty routine al 100% personalizzata. Precursore della skincare mania che sarebbe esplosa di lì a pochi anni, Deciem è diventato rapidamente 'il fast fashion' del mondo beauty, accessibile anche alle sue fan europee (a differenza di altri big come Glossier che spediscono solo in paesi selezionati). 

Con l’operazione Black(out) Friday il business ha dimostrato di mettere al centro delle proprie decisioni non solo l’ecosostenibilità ma anche il benessere fisico ed economico del consumatore. Ecco quindi quali sono i prodotti da non lasciarsi scappare, dopotutto ci sono ancora 4 giorni: