nss G-Club Love Match

Vedi tutti

L'account Instagram per le hairpins addicted

#hairporn

L'account Instagram per le hairpins addicted #hairporn

Fasce, mollettoni, ferma coda, nastri, fiocchi, coroncine, fermagli e tante, tantissime mollette. Questi accessori a lungo lasciati nel cassetto degli anni ’90-2000 sono tornati assoluti protagonisti dell’hairstyle. Certo, ora sono declinati in versione deluxe, ricoperti di strass, cristalli, colorati, perle, borchie ma, in fondo, restano sempre gli stessi utili alleati di stile di sempre. Oggi non vale più la regola stabilita da Carrie Bradshaw in una famosa puntata di Sex & the City:

“Nessuna donna oserebbe mai indossare uno scrunchie in un ristorante alla moda del centro”.

I designers ci hanno liberato da ogni senso di colpa o timore di sembrare kitsch elevando mollette & co. a must have irrinunciabile. Un perfetto esempio è Alexander Wang che, insieme all’hair stylist Guido Palau, ha legittimato i mollettoni chiamandoli “banana clip” e riempiendoli di logo; Simone Rocha con i suoi fermagli di perle dal sapore vittoriano; Ashley Williams che ha rilanciato le forcine con strass-slogan come simbolo di emancipazione femminile e autoaffermazione di sé dal twist girly, o Rodarte che nella sua incantevole sfilata FW19 ha riempito di fiori le chiome delle modelle.

 

Dalle passerelle, questo nuovo trend dall’animo vintage, ha invaso i social network e, naturale conseguenza, ha portato alla creazione di profili come @at_a_clip. Questo account creato dalla digital editor Tilly Macalister-Smith (già dietro a @earafterear, il paradiso degli statement earrings) è il nuovo must-follow, la destinazione definitiva per tutte le mollette e hairpins addicted. A chi le chiede come mai questi accessori siano tornati sulla scena della moda contemporanea, la donna risponde:

"Dato che la moda diventa più casual, stiamo cercando degli accessori che ci regalino sempre più gioia. Possiamo permetterci di essere giocosi e non così seri con i nostri accessori, che non devono necessariamente avere un alto costo di investimento. Queste micro tendenze sono spesso estranee alle grandi passerella stagionali, ma si adattano allo spazio social perché sono visivamente forti e un messaggio piuttosto giocoso."

È proprio questo il segreto del successo del fenomeno: un piccolo dettaglio, spesso economico, capace non solo  di dare forza ad un outfit, ma anche di sdrammatizzarlo. L’icona di riferimento di Tilly? Ovviamente Margot Tenenbaum, la regina boho-hipster dei film di Wes Anderson che con il suo look e il fermaglio sul ciuffo continua ad ispirare milioni di ragazze e stilisti. 

Visualizza questo post su Instagram

Gina, we love you. #AtAClip @ginaberenguerbarnils

Un post condiviso da At A Clip (@at_a_clip) in data: